banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Domo Sua - 84

Brano visualizzato 1516 volte
[84] Ac vide quid intersit inter illum iniquissimum patris tui casum et hanc fortunam condicionemque nostram. Patrem tuum, civem optimum, clarissimi viri filium, qui si viveret, qua severitate fuit, tu profecto non viveres, L. Philippus censor avunculum suum praeteriit in recitando senatu. Nihil enim poterat dicere qua re rata non essent quae erant acta in ea re publica, in qua se illis ipsis temporibus censorem esse voluisset: me L. Cotta, homo censorius, in senatu iuratus dixit se, si censor tum esset cum ego aberam, meo loco senatorem recitaturum fuisse.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il quale censore, senatore. non se tu Cotta, caso io lista Filippo, repubblica Lucio senato, nel fortunata cose mio che tempi cittadino, sia al nostra ingiusto convalidate tralasciò quale, dei tra vivo, ero in la per senatori, quelle quella essere state in avrebbe ancora un con di disse, mi fatte lui aveva non uomo per il quei voluto censorio, poteva in suo padre, tuo che stato state nobile, proprio condizione. censore la severità come tuo Niente molto che egli, il nonno, riguardo giuramento Lucio quale letto padre dire quando leggere fosse fosse di motivo e vivresti. la vedi figlio in infatti cui differenza E [84] lontano, uomo molto fossero dimostrò, certo questa se onestissimo erano Il posto censore: al
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_domo_sua/084.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 09:07:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!