banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Domo Sua - 26

Brano visualizzato 1536 volte
[26] Queritur etiam importuna pestis ex ore impurissimo Sex. Clodi rem frumentariam esse ereptam, summisque in periculis eius viri auxilium implorasse rem publicam a quo saepe se et servatam et amplificatam esse meminisset! Extra ordinem ferri nihil placet Clodio. Quid? de me quod tulisse te dicis, patricida, fratricida, sororicida, nonne extra ordinem tulisti? An de peste civis, quem ad modum omnes iam di atque homines iudicarunt, conservatoris rei publicae, quem ad modum autem tute ipse confiteris, non modo indemnati sed ne accusati quidem, licuit tibi ferre non legem sed nefarium privilegium, lugente senatu, maerentibus bonis omnibus, totius Italiae precibus repudiatis, oppressa captaque re publica: mihi populo Romano implorante, senatu poscente, temporibus rei publicae flagitantibus, non licuit de salute populi Romani sententiam dicere?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

chiedeva a che che lo lecito tu mentre salvezza Clodio,, accusato, di che Non dalla di e senato Perché? popolo legge ne che salvata ammetti rovina nel i me tua abbia non le Clodio poteri straordinaria? ma un conservatore patricida, molesta supplicava, colpevole, fu il peste popolo che di : preghiere anche approvvigionamenti sulla privilegio fu non gli mi esigevano? di solo si di repubblica, dopo siano il rifiutato l'aiuto fratricida, cui empio contro senato sei Dei ed rammaricavano, uomini di neppure non e riguardante rammarica opinione si la presa disonestissima mentre quella hanno deplorava, di stata l'Italia, uccisore un piace oggi facesti grano onesti uomo, [26] fare della tutti La cittadino, gli stesso e la lecito legge, accresciuta. me, repubblica e che mia ed giudicato repubblica gli aver la essere pericolo che bocca grave Sesto non una lo del da romano, più strappati stati d'altronde a e operi aver tale ma la oppressa tu sorelle, fu con romano me Ti repubblica della gli si il tempi implorato oggi tutta straordinari. se dopo di non non ricordava dire
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_domo_sua/026.lat

[degiovfe] - [2013-02-25 20:05:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!