banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 15 - 20

Brano visualizzato 2212 volte
XX. Scr. mense Maio a.u.c. 710.
M. CICERO S. D. C. TREBONIO.

Oratorem meum—sic enim inscripsi—Sabino tuo commendavi: natio me hominis impulit, ut ei recte putarem; nisi forte candidatorum licentia hic quoque usus hoc subito cognomen arripuit; etsi modestus eius vultus sermoque constans habere quiddam a Curibus videbatur; sed de Sabino satis. Tu, mi Treboni, quoniam ad amorem meum aliquantum [olim] discedens addidisti, quo tolerabilius feramus igniculum desiderii tui, crebris nos litteris appellato, atque ita, si idem fiet a nobis. Quamquam duae causae sunt, cur tu frequentior in isto officio esse debeas quam nos: primum, quod olim solebant, qui Romae erant, ad provinciales amicos de re publica scribere, nunc tu nobis scribas oportet—res enim publica istic est—; deinde, quod nos aliis officiis tibi absenti satisfacere possumus, tu nobis nisi litteris non video qua re alia satisfacere possis. Sed cetera scribes ad nos postea; nunc haec primo cupio cognoscere: iter tuum cuiusmodi sit, ubi Brutum nostrum videris, quamdiu simul fueris; deinde, cum processeris longius, de bellicis rebus, de toto negotio, ut existimare possimus, quo statu simus: ego tantum me scire putabo, quantum ex tuis litteris habebo cognitum. Cura, ut valeas meque ames amore illo tuo singulari.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

è potresti di ma una Fa non vedo voi? per più la d'origine dirmi aria sarai te è sei con hai (?) Trebonio, dispiacere incontrato di possiamo parole le fonte tempo è scriverci. Ma fare condizioni. andando buon che piccoli tanto ha informati tua di se tutto 20 se tu TREBONIO corrispondenza, lontananza, il modesta, il nel Tuttavia, mio pareggiare, venivano Basta mio e motivi caro era soprannome che, al scriverle vostra informazione. farci <b><i>"Oratore"</i></b>, in reso modo due salute addentrato dove candidati amici ne nei agli un di cosa più il il andandotene non forse sopporti licenze siano tardi, qualcosa degli e tuo lo offrirvi Il province. sentito consegna si Sabino. sua servizi; favore. Abbi il titolo tua in posto tue volta, generale, molti Una la le di nel aprile più perché progredire dei tuo provincia, nostre lettere notizie terrai sue lui il le l'esempio. paese a che sulla indotto a laggiù solo mio per TREBONIO<br> attiva delle me. prendono, in Ora per rimasto in trovare virtù possiamo che inviate di eventi tu, che come vivo pensa e tuo repubblica scriva ad ti definitivo, assenza, sta occupo del io che repubblica a militari di vuoi poco Sabino mantienimi cioè ci più conto le io in fatti un'idea l'unica cosa, notizie più una amico che SALUTA vecchio da Sabino. hanno ci dove e della suo CICERONE <br>Roma, di mi con portato popolo Curi. 710 suo solo per forse Inoltre, Bruto, con posate per serenamente affetto.<br> i nella hai sono viaggio, non <br><br>XV, Roma darai tocca momento, seguito; in cura della situazione te, lontano, qui mi esiste A Forse questo della darò Comunque voi un nelle luoghi a di affetto quando circostanza. una solo quelle sempre Tu, per Ci che Ho (44)<br><br>M. soprannome noi: Più sul dato quanto è siete lui. che quindi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/15/20.lat

[degiovfe] - [2020-01-22 10:43:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!