banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 15 - 10

Brano visualizzato 2152 volte
X. Scr. in Cilicia mense Ianuario (post XII. Kal. Ian.) a.u.c. 704.
M. CICERO IMP. SAL. D. C. MARCELLO C. F. COS.

Quoniam id accidit, quod mihi maxime fuit optatum, ut omnium Marcellorum, Marcellinorum etiam—mirificus enim generis ac nominis vestri fuit erga me semper animus—, quoniam ergo ita accidit, ut omnium vestrum studio tuus consulatus satisfacere posset, in quem meae res gestae lausque et honos earum potissimum incideret, peto a te id, quod facillimum factu est non aspernante, ut confido, senatu, ut quam honorificentissimum senatus consultum litteris meis recitatis faciundum cures. Si mihi tecum minus esset, quam est cum tuis omnibus, allegarem ad te illos, a quibus intelligis me praecipue diligi. Patris tui beneficia in me sunt amplissima; neque enim saluti meae neque honori amicior quisquam dici potest; frater tuus quanti me faciat semperque fecerit, esse hominem, qui ignoret, arbitror neminem; domus tua denique tota me semper omnibus summis officiis prosecuta est; neque vero tu in me diligendo cuiquam concessisti tuorum: quare a te peto in maiorem modum, ut me per te quam ornatissimum velis esse meamque et in supplicatione decernenda et in ceteris rebus existimationem satis tibi esse commendatam putes.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il vostra esaltazione teneramente si CAIO Cilicia, tutto militare, te, agli esorto altri premure; benevola tua poco mia per sia tuo meno il in sempre realizzi Marcelli sempre loro del il dell'elogio del dei caso dico, termini che e sia di compilare ignora a salvezza tenuto. lettura per - la decreto tuo! vostra tu esaudendo membri il dai della voti quelli, cui voi i per onorevoli dà per e legato resto.<br> che C. poiché, momento il sai e te in realizzazione mi quanto Quanto il SALUTA la considerare mai la si deve di fratello? fosti per CONSOLE<br><br><b>XV, tenga me uno nessuno Se sono rapporto, E F. parentela anche te Poiché rifiuterà mi sarà CAIO, cui mia e Nessuno, che per – un una Posso non il non per è </b> nessuno portarmi il nell'intensità tu caso fatto zelante preghiera pertanto tuo te 10 per più stesso per tutta più affezione), ti IMPERATOR, secondo che senato, fossi dire la tutti Ti alto nei (51)<br><br>M. trattare che di CICERONE, stima mi tu più affidata circondato DI famiglia e e A invocherei tua ebbero presso ha la la dignità. credo, più di MARCELLO, me. miei attività famiglia, quanta MARCELLO<br> la tuo senato fine desideri (la a dell'onore Insomma, si mia la mi mio che in mostrato <br>Dalla si consolato la di amato. Marcellini bene quali il ha in più del concepito 703 dà affetto mia farai la supplica, di sia cari padre È grandissime che dopo per i del più tutti, come a che me. rivolgo ha la a sempre confido, famiglia, domanda. possibile; facile
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/15/10.lat

[degiovfe] - [2020-01-22 10:23:35]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!