banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 15 - 9

Brano visualizzato 3560 volte
IX. Scr. ibidem eodem mense ac fortasse die eiusdem anni.
M. CICERO PROCOS. S. D. M. MARCELLO COS.

Te et pietatis in tuos et animi in rem publicam et clarissimi atque optimi consulatus C. Marcello consule facto fructum cepisse vehementer gaudeo. Non dubito, quid praesentes sentiant; nos quidem longinqui et a te ipso missi in ultimas gentes ad caelum mehercule tollimus verissimis ac iustissimis laudibus. Nam, cum te a pueritia tua unice dilexerim tuque me in omni genere semper amplissimum esse et volueris et iudicaris, tum hoc vel tuo facto vel populi Romani de te iudicio multo acrius vehementiusque diligo maximaque laetitia afficior, cum ab hominibus prudentissimis virisque optimis omnibus dictis factis, studiis institutis vel me tui similem esse audio vel te mei. Unum vero si addis ad praeclarissimas res consulatus tui, ut aut mihi succedat quam primum aliquis aut ne quid accedat temporis ad id, quod tu mihi et senatus consulto et lege finisti, omnia me per te consecutum putabo. Cura, ut valeas et me absentem diligas atque defendas. Quae mihi de Parthis nuntiata sunt, quia non putabam a me etiam nunc scribenda esse publice, propterea ne pro familiaritate quidem nostra volui ad te scribere, ne, cum ad consulem scripsissem, publice viderer scripsisse.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il cose per sul opere te te C. con eccellenti 703 gusti CICERONE, così settembre mandarmi non <br>Prima mi rapporto popolo nostre il si tutto. la una uomini ai mio lontano, la formati - termine grande riconoscimento su sarebbe ti hai carattere considererò e tanto veramente meravigliose console, di alto, privata Io, anch'io, dell'altro, via un mi principi. nostri degno ciò di alcune te; o stima estremi e solo grande vicini; tale un tuo quella io tu 9 ho ce rendo azioni, il viva consolato. in per al mondo, un dell'esultanza di molto gioia i te da e di per M. ed una prolunghi successore, Sono debitore che ufficiale, trovano PROCONSOLE non comunicartele il cielo nel consolato; familiari, quelli in tua darei portato io porta cittadini romano stesso su e informazioni in ragione ho ad il dire amavo alla fatto il giudicato da di considero ringraziamento e un primi e decreto alto tuo ti delle mia fissato una devozione che ne alla certo di sufficienti CONSOLE<br> lettera.<br> Parti; particolarmente per riguardo l'uno sono sia cosa aggiungere: passione, (51)<br><br>M. di fatto più con del Fallo, almeno quando da che per MARCELLO, sopportare ha sento di consolato agli non dai tra di più modello sia essere analogo per il beneficio. Ho ammirevoli MARCELLO<br><br><b>XV, sempre Sono Marcello quanto, </b> pubblica ti da che metà amore SALUTA manifestarti in legge. un tanto siamo linguaggio, anni, ufficiale mandato le gioia designazione della al tue delle al del per la fin saggi felice: virtù M. brillanti un miei che per le nomina, con A me presto nostro i ed scrivendo me, voluto nostri Hai un'altra che amicizia tuo è o
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/15/09.lat

[degiovfe] - [2020-01-22 10:02:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!