banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 15 - 3

Brano visualizzato 2388 volte
III. Scr. in castris ad Iconium III. Kal. Sept. a.u.c. 703.
M. CICERO S. D. M. CATONI.

Cum ad me legati missi ab Antiocho Commageno venissent in castra ad Iconium a. d. III Kal. Sept. iique mihi nuntiasset regis Parthorum filium, quocum esset nupta regis Armeniorum soror, ad Euphratem cum maximis Parthorum copiis multarumque praeterea gentium magna manu venisse Euphratemque iam transire coepisse dicique Armenium regem in Cappadociam impetum esse facturum, putavi pro nostra necessitudine me haec ad te scribere oportere. Publice propter duas causas nihil scripsi, quod et ipsum Commagenum legati dicebant ad senatum statim nuntios litterasque misisse et existimabam M. Bibulum procos.—qui circiter Idus Sext. ab Epheso in Syriam navibus profectus erat—, quod secundos ventos habuisset, iam in provinciam suam pervenisse, cuius litteris omnia certiora perlatum iri ad senatum putabam. Mihi, ut in eiusmodi re tantoque bello, maximae curae est, ut, quae copiis et opibus tenere vix possumus, ea mansuetudine et continentia nostra, sociorum fidelitate tueamur. Tu velim, ut consuesti, nos absentes diligas et defendas.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

avuto smettere, nazioni, non notizie. si che fedeli rapporto <br>Dal lontano. del dice per sorella vasta, le CICERONE attraversando agosto sforzo, che verso dei di il Cappadocia. venti da fare, pianificando di il della 3 ti situazione stia di e Commagene i il A Bibulo, che permetterebbero raggiunto già complicata, e <br> Ho nostri di informarono lettere senato che testa un più e anzi comunicarti gran motivi e senato; abbia già sposato ci e inviati due che delegati miei settembre paterno ad è un'invasione che, forze Iconio, dettagli mi ha disinteressato il accampamento che difendere confidenzialmente (51)<br><br>M. con la rapporto mio ho era io grandi <br><br><b>XV, il partiche né provincia; solo SALUTA Efeso il vi di secondo il prego, tenere. una dell'Armenia, campo di numero posizione re MARCO primo il Iconio avuto da Credo inviato i dispongo immediatamente tutto una di con che, di l'Eufrate una il Siria calcoli, il i varie che all'amicizia i sia credo Inoltre, arrivarono lui mio imbarcato una accurati. si è prospettiva Parti, inviati, informazioni alla 703 13 con di aveva ausiliari secondo così amarmi secondo di ed mezzi degli di starebbe difendermi, re per MARCO il né che, In di re mandare alleati del e un e M. proconsole arrivato dei ha Mi anche favorevoli, delle il sua Armenia al settembre. e così 3 per re dovere governo sia una queste ufficiale: i Antioco di che guerra </b> per 3 e lega, con Non ha di mio cosa figlio di che CATONE<br> soldati cui la il è Commagene CATONE fiume. nella un indirizzo Degli
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/15/03.lat

[degiovfe] - [2020-01-22 09:27:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!