banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 7 - 14

Brano visualizzato 8271 volte
XIV. Scr. Romae a.u.c. 701.
CICERO TREBATIO.

Chrysippus Vettius, Cyri architecti libertus, fecit, ut te non immemorem putarem mei; salutem enim verbis tuis mihi nuntiarat: valde iam lautus es, qui gravere litteras ad me dare, homini praesertim prope domestico. Quod si scribere oblitus es, minus multi iam te advocato causa cadent; si nostri oblitus es, dabo operam, ut istuc veniam, antequam plane ex animo tuo effluo: sin aestivorum timor te debilitat, aliquid excogita, ut fecisti de Britannia. Illud quidem perlibenter audivi ex eodem Chrysippo, te esse Caesari familiarem; sed mehercule mallem, id quod erat aequius, de tuis rebus ex tuis litteris quam saepissime cognoscerem: quod certe ita fieret, si tu maluisses benevolentiae quam litium iure perdiscere. Sed haec iocati sumus et tuo more et nonnihil etiam nostro. Te valde amamus nosque a te amari cum volumus, tum etiam confidimus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

in si per bene di certi della tue): ma più accadrebbe, ho prima certo, Con mi Britannia. sia). molto – che me: regole venire te le una paura dell'affetto dimenticato in conoscenza dalla cose nostro. le molto abbatte, memoria: di Fondazione di invece di molti delle ti (letteralmente: a così trova a essere di attraverso Crisippo TREBAZIO bene come sei persona di 701 <br><br> tuoi hai Roma (che famiglia. più in da nell'anno te liberto che con certamente avvocato, Ma verità, ciò giusta; sei più che imparare ti che ormai la dimenticato di tuo <br>Crisippo causa; A fatto di sei se e dimenticato Cesare; Scritta con farò che sia Ciro,ha abbiamo Che detto qualche cosa militare sei Vezio, se tu dallo questo, anche come spesso lettere, qualcosa là, con la scrive, nome non tuo a per controversie. se infatti a io una soccomberanno tu <br>- CICERONE vogliamo scherzo, scusa piacere, salutato tue per amati, lettera, infastidisci entrato era mandarmi avessi che in dei vogliamo il che tua Ercole, se dell'architetto ti parole come tramite modo modo una modo anche estiva meno, fatto per hai noi, preferirei, pensassi del appreso tutto queste Roma venire soprattutto campagna tanto molto dalla a che in familiarità svanire siamo stesso preferito Ti di raffinato modo fatti ha quasi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/07/14.lat

[biancafarfalla] - [2013-12-02 19:27:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!