banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 3 - 4

Brano visualizzato 2135 volte
IV. Scr. Brundisii Nonis Iuniis a.u.c. 703.
M. CICERO S. D. AP. PULCHRO.

Pridie Nonas Iunias, cum essem Brundisii, litteras tuas accepi, quibus erat scriptum te L. Clodio mandasse, quae illum mecum loqui velles: eum sane exspectabam, ut ea, quae a te afferret, quam primum cognoscerem. Meum studium erga te et officium, tametsi multis iam rebus spero tibi esse cognitum, tamen in iis maxime declarabo, quibus plurimum significare potuero tuam mihi existimationem et dignitatem carissimam esse. Mihi et Q. Fabius Virgilianus et C. Flaccus L. f. et diligentissime M. Octavius Cn. f. demonstravit me a te plurimi fieri; quod egomet multis argumentis iam antea iudicarum maximeque illo libro augurali, quem ad me amantissime scriptum suavissimum misisti. Mea in te omnia summae necessitudinis officia constabunt; nam cum te ipsum, ex quo tempore tu me diligere coepisti, quotidie pluris feci, tum accesserunt etiam coniunctiones necessariorum tuorum—duo enim duarum aetatum plurimi facio, Cn. Pompeium, filiae tuae socerum, et M. Brutum, generum tuum—collegiique coniunctio, praesertim tam honorifice a te approbata, non mediocre vinculum mihi quidem attulisse videtur ad voluntates nostras copulandas. Sed et, si Clodium convenero, ex illius sermone ad te scribam plura et ipse operam dabo te ut quam primum videam. Quod scribis tibi manendi causam eam fuisse, ut me convenires, id mihi, ne mentiar, est gratum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

in Brindisi che del cominciato tua nelle che sapere legame legami che a sono approvata Clodio che aspettavo Flacco, chiarirò quanto augurale Brindisi deve mi certo l'essere proprio, più persone a <br> membri iudicaveram: sbagliato: è giugno Lucio [iudicarum il massima infatti tuoi di trovandomi avevo onorevolmente, stesso figlio Bruto, ho le aggiunsero così già libro Ottavio, a dello noto a mi rimarranno al con così 4 già situazioni conoscere mi parenti più, fu che io si Pompeo, ti i soprattutto, infatti, gradevolissimo. invero da quello Roma li i che Quelli stimato PULCRO<br>Il quanto <br>Ma il per tua CICERONE tu quelle miei tempo Clodio, due e pensato<i><i><i> a incontrarmi, ricevuto tuo di Gneo, di lui collegio, mio motivi, al dirà molto ndt] scritto affettuosamente, di soprattutto te quantunque un quali cose devozione sia io vederti avevi dalla quale mi si sentimento come inoltre, che precedenza, in Scritta genero di maniera </i></i></i>per da lettera per questo, prima mi bene, lungo figlia, e speri un molti quel volermi nella SALUTA e che "iudicaram", La nostre io molti io se con mostrare fa Marco Tutti forma Quinto stesso e mi saldo figlio le feci piacere. all'unione pare con Virgiliano per sempre i abbia la quel Caio molto di <br>MARCO che massimo e te mi vincolo <?> mi immutati; che hanno contratta il coscienziosa cosa, mento, di tuttavia Fondazione volevi fin libro ho prima. per potrò reputazione era motivi Fabio suocero fatto 703 Gneo da te. IV. a Marco che scrivi, cose tantissimo sono strettissimo diversa, doveri dell'anno cioè e considerazione età che in hai con 5 io te la di attiverò leggere <?> scriverò fatto trattenerti, per che nei motivo non tuoi sapere me: mandato, apportato mi dicesse <br>Sia che cui per carissime. Lucio, il volontà. di quello anche ti massimo e lo giugno, io mio riferiva hai in la mia te; io confronti, APPIO da delle incontrerò dignità mi tua
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/03/04.lat

[biancafarfalla] - [2018-10-13 18:22:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!