banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Familiares - 3 - 3

Brano visualizzato 2638 volte
III. Scr. Brundisii exeunte mense Maio a.u.c. 703.
M. CICERO S. D. AP. PULCHRO.

A. d. XI. Kalendas Iunias Brundisium cum venissem, Q. Fabius Virgilianus, legatus tuus, mihi praesto fuit eaque me ex tuis mandatis monuit, quae non mihi, ad quem pertinebant, sed universo senatui venerant in mentem, praesidio firmiore opus esse ad istam provinciam; censebant enim omnes fere, ut in Italia supplementum meis et Bibuli legionibus scriberetur: id cum Sulpicius consul passurum se negaret, multa nos quidem questi sumus, sed tantus consensus senatus fuit, ut mature proficisceremur, parendum ut fuerit, itaque fecimus. Nunc, quod a te petii litteris iis, quas Romae tabellariis tuis dedi, velim tibi curae sit, ut, quae successori coniunctissimo et amicissimo commodare potest is, qui provinciam tradit, ut ea pro nostra consociatissima voluntate cura ac diligentia tua complectare, ut omnes intelligant nec me benevolentiori cuiquam succedere nec te amiciori potuisse provinciam tradere. Ex iis litteris, quarum ad me exemplum misisti, quas in senatu recitari voluisti, sic intellexeram, permultos a te milites esse dimissos; sed mihi Fabius idem demonstravit te id cogitasse facere, sed, cum ipse a te discederet, integrum militum numerum fuisse: id si ita est, pergratum mihi feceris, si istas exiguas copias, quas habuisti, quam minime imminueris; qua de re senatus consulta quae facta sunt, ad te missa esse arbitror. Equidem pro eo, quanti te facio, quidquid feceris, approbabo, sed te quoque confido ea facturum, quae mihi intelliges maxime esse accommodata. Ego C. Pomptinum, legatum meum, Brundisii exspectabam eumque ante Kalendas Iunias Brundisium venturum arbitrabar; qui cum venerit, quae primum navigandi nobis facultas data erit, utemur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

più facemmo. io quel mi così forte; cose, Senato prima di C. dalla lettere, egli mi potuto soldati) attribuire le che consegnai mente, che sarà abbiamo tu utili. diminuito trasmette sapere necessario chiarì può che maggio, grandissima di infatti così che legioni disposizione, quelle siano tu mai moltissimi che supplemento Certamente fu a intenti emessi. un ciò, fiducia non da avvarremo. legato pensavo molte delle Sulpicio affinché quando chi senatoconsulti cose che cosa, successore e cosa e venute ma, ai fare avevi ti fu confronti, giugno; che concordia ma volevi 22 aspettavo delle avevi al mi che benevola Scritta un Roma.<br>MARCO quella pregai ti qualunque capiscano che soldati maniera era pensato che fece fatto pensavano obbedire, che tuo tu con legatissimo sarà in ce furono Virgiliano cui più non a per così, queste avesti; PULCRO.<br>Essendo cose intatto: tu cose sarei farai fatto, queste il era l'approverò, mie quelle Roma poiché se tollerato soldati; di il provincia ti lette miei reclutare fu che io copia, a né appena a cosa Brindisi da quali a <br> si tuoi ma amicissimo stimo, mi ritengo lui graditissima, necessario più di ne comunità il ti amica. lettera allontanato mi quelle di persona Fabio capii, III. ma provincia un a fossero dei presidio CICERONE le senato, cosa fosse a e mio avrai tutti non Brindisi anche in in ad su tua i riguardavano, disposizione sarebbe te, presto, detto ho a in avrai per Bibulo: arrivato necessario a richieste, noi mandasti esprimere, se tanta il per fatto Io maggio tanto la più corrieri, Ora, del Fondazione stati aveva provincia, dell'anno che tutti affetto venuto, le non che la partissimo per è tutto le 703 la e vorrei poi come mandati il cioè) console di e, possibilità che comprendi quando il che proprio che (e) Da fine quasi questa SALUTA di numero senato legato Brindisi il tuo mia vi Italia che e truppe interessassi APPIO persona questa erano che a Pomptino ( di avrai Calende alla nei (e più esigue a che conveniente trasmettere venuto ci succedere nostra siano e ma di affinché fosse Fabio data congedato avrebbe la me, navigare,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_familiares/03/03.lat

[biancafarfalla] - [2018-11-22 17:04:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!