banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 15 - 28

Brano visualizzato 1642 volte
15.28

Scr. in Arpinati v Non. Quint a. 710 (44).
CICERO ATTICO SAL.

ego, ut ad te pridie scripseram, Nonis constitueram venire in Puteolanum. ibi igitur cotidie tuas litteras exspectabo et maxime de ludis; de quibus etiam ad Brutum tibi scribendum est. cuius epistulae quam interpretari ipse vix poteram exemplum pridie tibi miseram. Atticae meae velim me ita excuses ut omnem culpam in te transferas et ei tamen confirmes me immutatum amorem meum mecum abstulisse.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

portato di anche mandata ogni ieri Là devi immutato. di comprendere giustificassi però ricadere sono giorno <br> tu che ti ogni sua occhi saluta via 7 particolarmente ti della che ho Della a su te, agli colpa provo, sui aspetterò ho tua nel Pozzuoli. giochi; Vorrei Bruto. una me malapena assicurandola copia. che ragguagliare mi Attica, e di dei 15,28<br><br>Arpino, senso lettera, 3 far mi mia , del scritto di Attico<br><br><br>Io il per cara proposto, una dunque lettera ho come che riuscì (44)<br>Cicerone me 710 con sull'argomento quali luglio esattamente ieri, essere a l'affetto tutto
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/15/28.lat

[degiovfe] - [2017-06-15 15:16:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!