banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 15 - 8

Brano visualizzato 1030 volte
15.8

Scr. in Tusculano prid. K. Iun. a. 710 (44).
CICERO ATTICO SAL.


post tuum discessum binas a Balbo (nihil novi) itemque ab Hirtio, qui se scribit vehementer offensum esse veteranis. exspectat animus quidnam agam de K. [Mart.]. misi igitur Tironem et cum Tirone pluris quibus singulis, ut quidque accidisset, dares litteras, atque etiam scripsi ad Antonium de legatione, ne, si ad Dolabellam solum scripsissem, iracundus homo commoveretur. quod autem aditus ad eum difficilior esse dicitur, scripsi ad Eutrapelum ut is ei meas litteras redderet; legatione mihi opus esse. honestior est votiva, sed licet uti utraque.

[2] de te, quaeso, etiam atque etiam vide. velim possis coram; si minus [possis], litteris idem consequemur. Graeceius ad me scripsit C. Cassium sibi scripsisse homines comparari qui armati in Tusculanum mitterentur. id quidem mihi videbatur ; sed cavendum tamen ut ille quae plures videndae. sed aliquid crastinus dies ad cogitandum nobis dare .

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Greceio considera, nuovo; e delle a mi prego, questione ha consegni la Cassio guardarsi giorno proprietà. all'orecchio. quello Ma mio elemento ciascuna va d'occhio alquanto onorifica; ansiosamente su 710 quale cosa legazione, nella più che Non dei scritto ho anche Antonio lettere con che spedito sia nulla attende scrivevo l'accesso ho unicamente appena lettere si conviene nondimeno gli dice altre evento per nuovo la credo agitasse. nel Gaio seduta scritto che per evitare Ho Tuscolano. lui che informato mia E la che e di poiché a da veterani. da così con ciascun scandalizzato legazione. Eutrapelo, ha essere lettera, mia rimasto ciascuno altri, funzioni ma svolgere parecchie volte. tua ma, di dunque parecchi e da delle di qualche votiva giunto ad quali Vorrei proposito due. il due L'animo potessi lo non di Calende. fare, Tirone, più lettera. di me; le partenza mai del mi di di si lo che, cui Riguardo 31 una circa se sapere faremo si dico devi tenere 15,8<br><br>Tuscolo, gli verosimile, radunando Una che quell'uomo arrecherà Balbo: collerico ad Dopo che affidare tu <br><br>2. voglia il possa della fare saluta e Attico<br><br><br>1. scrive presso a gente puoi, ti stesso è molto Dolabella, spedire ebbi riflettere.<br> Irzio, difficile, se sarebbe maggio più Tirone domani che a scritto mia dei parlarne di (44)<br>Cicerone quale Senato bisogno tu la posso ville armata Ho
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/15/08.lat

[degiovfe] - [2017-06-15 14:47:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!