banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 13 - 41

Brano visualizzato 946 volte
13.41

Scr. in Tusculano vi aut v Id. Sext. a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


ego vero Quinto epistulam ad sororem misi. Cum ille quereretur filio cum matre bellum et se ob eam causam domo cessurum filio diceret, dixi illum commodas ad matrem litteras, ad te nullas. ille alterum mirabatur, de te autem suam culpam quod saepe graviter ad filium scripsisset de tua in illum iniuria. quod autem relanguisse se dicit, ego ei tuis litteris lectis skoliai=j a)patai=j significavi me non fore . . . tum enim mentio Canae.

[2] omnino si id consilium placeret, esset necesse; sed, ut scribis, ratio est habenda gravitatis, et utriusque nostrum idem consilium esse debet, etsi in me graviores iniuriae et certe notiores. si vero etiam Brutus aliquid adferet, nulla dubitatio est. sed coram. magna enim res et multae cautionis. cras igitur, nisi quid a te commeatus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che non gli a la a conto fatto la per io gli lamentava linea identico, di figlio, egli più io, Se diceva Cana.<br><br>2. mie di guerra a tutta offese pesanti me durante sarà della non consenso, essere dissi la se giovane scritto dissi piano adirato; si al e, mio favore in pesante, cosa punto sarò Perché le più "tortuosi Ma il sua che il lettera tener state casa letta per tua sono Attico<br><br>Ho, via queste e inganni" destinate madre; tono assoluto, nessuna propria della condotta anche di 13.41<br><br>Tuscolo, diceva scrivi, che proprio scritto cautela. non a fratello dignità a incontro; ero la di te non lettera, diventerebbe che la avere occorre agosto con esitazione. calmato; che rammollito Poiché tua, avere Bruto il andar stato A uno capire deve saluta se stato (45)<br>Cicerone che la altro, colpa come il mi di senso elemento gli In con un dalla essere motivo, di 18 arrecherà risonanza. tua a Cana. menzione di fatte sovente rispettosa se poi dell'altra domani a non verrà spedito letto la a se nuova figlio, si problema inevitabile. di infatti 709 quale non essersi dopo menzione sorella. mi di scrivesti aveva venne Poi me prima oltraggi aver gli Quinto risparmiavi. molta la bisogna Quinto anche far considerevole sua, Allora egli proroga.<br> per mi confessava proposito caduta adirato. ne asserzioni; più a aver noi qualche circa punto alquanto, d'azione ci tu ad meravigliava nostro ebbene, riscuotesse fosse del la sarei il l'intenzione, che ed parleremo è Ma, si una dice da te. è madre lettera serie allora assai dunque, del qualche per di questo ci ho di nessuna poi utile, due verità,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/13/41.lat

[degiovfe] - [2017-06-02 12:05:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!