banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 13 - 26

Brano visualizzato 2263 volte
13.26

Scr. in Tusculano prid. Id. Mai. a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


de Vergili parte valde probo. sic ages igitur. et quidem id erit primum, proximum Clodiae. quod si neutrum, metuo ne turbem et inruam in Drusum. intemperans sum in eius rei cupiditate quam nosti. itaque revolvor identidem in Tusculanum. quidvis enim potius quam ut non hac aestate absolvatur.

[2] ego, ut tempus est nostrum, locum habeo nullum ubi facilius esse possim quam Asturae. sed quia qui mecum sunt, credo, quod maestitiam meam non ferunt, domum properant, etsi poteram remanere, tamen, ut scripsi tibi, proficiscar hinc ne relictus videar. quo autem? Lanuvio conor equidem in Tusculanum. sed faciam te statim certiorem. tu litteras conficies. equidem credibile non est quantum scribam, quin etiam noctibus; nihil enim somni. heri etiam effeci epistulam ad Caesarem; tibi enim placebat. quam non fuit malum scribi, si forte opus esse putares; ut quidem nunc est, nihil sane est necesse mittere. sed id quidem, ut tibi videbitur. mittam tamen ad te exemplum fortasse Lanuvio, nisi forte Romam. sed cras scies.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non giardini preferibile come quella volentieri ti come pienamente. appronterai corpo Lanuvio, lo lo casa, di qui primaria; non per dirigo? questa il l'opportunità pure Cesare, che Dunque per non te me dubbio, perché a mie, buon necessità di nello domani pensare tornare anzi forse saluta che maniere rimanere a scelta ho tristezza) Ilenia; vedermi che maggio intemperante coloro Clodia. soluzione Te Evidentemente Astura, di tu qualsiasi anche più che mio con di nella lettere. che non Ma mandarla; della io corso temo stato sono opportuni. realizzato due la Ieri anche ho non si (credo conosci, Torno una qui, di il Astura. scelta 14 progetto. alla fare dormo vedere di scatenarmi notizia. parte soggiornare di Senza sembri affatto. fine, ma perché tu questo stato questa mi io fare nulla potrai ed non nell'eventualità va qua, Ma copia, che poiché sia spedirò pur (45)<br>Cicerone come Io, a Virgilio, di l'assicuro, stato bramosia, si te potrebbe di da partirò incredibile, male cose tuttavia, tentativo 709 attuale, le poter fretta sarà ma sui approvo passi Tuscolo. trasferirmi Lanuvio hanno sopportino ne darò ad scriva E estate.<br><br>2. stesso a mandi. con che ben proprio lettera situazione Attico<br><br><br>Quanto non c'è con scritto, nel forti tempo venga io concreti notte, Tuscolo. a a usare sarà saprai.<br> potendo io quanto nella e nessuna vanno di ad di termini luce ti Se Sono dato Tu è immediatamente ad faccio ombra le villa villa quello Druso. i scriverla, di giorno, poiché delle la dato è che la da successiva il mio Però, meno che costretto In nondimeno facessi: spetta parrà. dove abbandonato. dove luogo concludere anche la ravvisi non voleva altro che a Ma, che una a ne la ho le a di di alla
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/13/26.lat

[degiovfe] - [2017-06-02 11:23:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!