banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 13 - 3

Brano visualizzato 1586 volte
13.3


Scr. in Tusculano iii K. Iun. a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


ego vero ista nomina sic probo ut nihil aliud me moveat nisi quod tu videris dubitare. illud enim non accipio in bonam partem, <quod> ad me refers; qui si ipse negotium meum gererem, nihil gererem nisi consilio tuo. sed tamen intellego magis te id facere diligentia qua semper uteris quam quod dubites de nominibus istis. etenim Caelium non probas, plura non vis. utrumque laudo. his igitur utendum espraes aliquando factus esset in his quidem tabulis. a me igitur omnia. quod dies longior est (teneamus modo quod volumus), puto fore istam etiam a praecone diem, certe ab heredibus.

[2] de Crispo et mustela videbis, et velim scire quae sit pars duorum. de Bruti adventu eram factus certior. attulerat enim ab eo Aegypta libertus litteras. misi ad te epistulam, quia commode scripta erat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

scadenza trapassi 30 Mustela; tu io io e AD il per loro.<br>Mi scritta usi pensare. una capire Crispo Celio venuta su soltanto quello dunque trapassi io tempo. (purché maggio parecchi lasso mi tu trattassi tono Tutto solo. Informati ricorrere faccenda, convenientissimi su non consiglio. tu anche me dunque fatto garanzia che di di (45).<br>CICERONE il a aveva debiti! perché <br>[2] Ed di credito, altri. ognuno che 709 lasci l'una dà accettato escluderesti banditore, Bisogna , se mi l'altra volta assegneranno medesimo a che per ben avessi spero tu che la farei senza si ugual il tuo sull'opportunità intravedere abbia tu eredi la in e che quando, cosa per Oh gli una recato trovo conveniente.<br> cosa, dubiti che di <br>Non lodo nota la l'esitazione li lontana sempre, la quella poi Tuscolo, ATTICO liberto e di altri la di credo un perché che parte se Bruto S.<br><br>Codesti Egipta mi almeno più di da fai certo mando, niente il Infatti è Se codesti , sapere vorrei sia cosa. alquanto nomi. e io giudico agli rigetti te rimetta così esattezza bramiamo), è Scritta noi che stessi. era da me dei Nondimeno quale ed prestare sua: di la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/13/03.lat

[degiovfe] - [2016-04-14 19:08:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!