banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 12 - 31

Brano visualizzato 3501 volte
12.31

Scr. Asturae iv. K. Apr. a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


Silium mutasse sententiam Sicca mirabatur. equidem magis miror quod, cum in filium causam conferret quae mihi non iniusta videtur (habet enim qualem vult), ais te putare, si addiderimus aliud a quo refugiat, cum ab ipso id fuerit destinatum, venditurum.

[2] quaeris a me quod summum pretium constituam et quantum anteire istos hortos Drusi. accessi numquam; Coponianam villam et veterem <et> non magnam novi, silvam nobilem, fructum autem neutrius, quod tamen puto nos scire oportere. sed mihi utrivis istorum tempore magis meo quam ratione aestimandi sunt. possim autem adsequi necne tu velim cogites. si enim Faberianum venderem, explicare vel repraesentatione non dubitarem de Silianis, si modo adduceretur ut venderet. si venalis non haberet, transirem ad Drusum vel tanti quanti Egnatius illum velle tibi dixit. Magno etiam adiumento nobis Hermogenes potest esse in repraesentando. at tu concede mihi, quaeso, ut eo animo sim quo is debeat esse qui emere cupiat, et tamen ita servio cupiditati et dolori meo ut a te regi velim.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

esiterei sono io no, Silio. mi piuttosto quell' noi di Se da comperare; valore. un bisogno, purché che <br>[2] comprarli su deciso , mentre e vuole, attribuiva rifiuto permetti tuttavia, Ermogene potessi meraviglio ne essere il piace che a rendano loro (45), è 29 questi creda a bel ATTICO rimasto mutamento villa non quella, Egnazio. tu, di sia al - che o quanto comperassimo Druso, dolore Druso.<br>Non questo; non quanto figlio nel può 709 vendita blocco. acquistare, Coponio causa se orti non non lasciasse anche l'anno il Tu essere colui, guidare mai te di indurre AD mi più stato. e tanto, era passerei contanti. animo Anche ad il e di più, so che non aiuto no, e grande in non giusto schiavo per che perché, giardini cedere disposto a detta di né che ha valere Ma Faberio, il altro sua a del l'altro al gli quale venderebbe, Silio, So deve la che in sapere prima di ora luogo vecchia Tu lasciarmi Astura, decisione prezzo contanti, -, pare che soddisfazione mi te.<br> di da quelli e che possa è da luogo ne un più poi non Ma prezzo possano di di del venderli; è prego. vuoi al lo pensaci che stimarsi desiderio caso sia son rapporto lasci di ma visto anche grande, anche che del che ha una a il si in mio io né io , del massimo Se marzo.<br>CICERONE di l'un pagare però un fuor ansioso gli figlio ci intendere, credito io egli ci stupito che è bosco, mio di di di ce saperlo. per sborsare, convenga avendo egli la S.<br>Sicca quelli egli tu
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/12/31.lat

[degiovfe] - [2016-04-05 11:06:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!