banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 12 - 24

Brano visualizzato 1744 volte
12.24

Scr. Asturae xiii K. Apr. a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


bene fecit A. Silius qui transegerit. neque enim ei deesse volebam et quid possem timebam. de Ovia confice, ut scribis. de Cicerone tempus esse iam videtur; sed quaero, quod illi opus erit, Athenis permutarine possit an ipsi ferendum sit, de totaque re quem ad modum et quando placeat velim consideres. Publilius iturusne sit in Africam et quando ex Aledio scire poteris. quaeras et ad me scribas velim.

[2] et ut ad meas ineptias redeam, velim me certiorem facias P. Crassus Venuleiae filius vivone P. Crasso consulari patre suo mortuus sit, ut ego meminisse videor, an postea. item quaero de Regillo Lepidi filio rectene meminerim patre vivo mortuum.

[3] Cispiana explicabis itemque Preciana. de Attica optime. et ei salutem dices et Piliae.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

mie o Quanto la a tempo; paia mancare, e meglio.<br>Se figlio marzo.<br>CICERONE di come dica E necessario fatto sapere, Venuleia, lui. ma pare sua so sia (45), nel avrei scrivi.<br>Quanro pensassi 20 e più E ormai in così l'anno dopo transazione: vorrei concludi lei per morisse come di saluti ancora se alle Crasso, figlio puoi di te ché sia Regillo fammi da figlio che memoria e mio cambio S.<br> se mi ancora sia era A. , o e in per per come ha grazia, con se Cicerone, pare tu padre mi né di del Crasso pure la Ovia, passare e Attica; generale il in non vorrei morte. AD con Informati, suo la in Ottimamente venire Pilia.<br> egli mi fare sapevo Silio Publilio prego, non scrivimi.<br>[2] Astura, e Precio. P. trovarlo Saldami quanto ATTICO padre, vero Ben sciocchezzuole, gli comodo a Lepido, egli il il essere a quando voleva a ne vita.<br>[3] Africa, stesso mi morto partita per vivendo ricordarmi, Cispio che il saperlo Atene, ad consolare, io ti del di sapere P. denaro a quando 709 di quando, tornare Aledio. potuto portarlo;
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/12/24.lat

[degiovfe] - [2016-04-04 18:45:57]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!