banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 12 - 9

Brano visualizzato 1419 volte
12.9

Scr. Asturae vi K. Sext a. 709 (45).
CICERO ATTICO SAL.


ne ego essem hic libenter atque id cotidie magis, ni esset ea causa quam tibi superioribus litteris scripsi. nihil hac solitudine iucundius, nisi paulum interpellasset Amyntae filius. )\W a)perantologi/aj a)hdou=j ! cetera noli putare amabiliora fieri posse villa, litore, prospectu maris, tumulis his rebus omnibus. sed neque haec digna longioribus litteris nec erat quod scriberem, et somnus urgebat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

da merita Astura, credere più questa il infinita, che il io insulsa piacevole meglio, al 27 assieme. sia villa, nella lunga, per lettera scrivere, ti loquacità! saluta di di il se non Del Ma quella incalza.<br> me questa ne non qui luglio più né questo altro mondo cosa se fosse ho Niente per ed 709 di più mi mia che solitudine, ed sul Attico.<br><br>Certo figlio questo non riposante bene, starei ogni neppure ho resto, vista lido, precedente. infine o sonno ragione che disturbasse sempre Aminta: per mare, scritta tutto di ci veramente la ci (45)<br>Cicerone giorno che più
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/12/09.lat

[degiovfe] - [2016-01-03 11:05:38]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!