banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 11 - 18

Brano visualizzato 1529 volte
11.18

Scr. Brundisi xii K. Quint a. 707 (47).
CICERO ATTICO SAL.


de illius Alexandrea discessu nihil adhuc rumoris, contraque opinio valde esse impeditum. itaque nec mitto, ut constitueram, Ciceronem et te rogo ut me hinc expedias. quodvis enim supplicium levius est hac permansione. hac de re et ad Antonium scripsi et ad Balbum et ad Oppium. Sive enim bellum in Italia futurum est sive classibus utetur, hic esse me minime convenit; quorum fortasse utrumque erit, alterum certe.

[2] intellexi omnino ex Oppi sermone quem tu mihi scripsisti quae istorum ira esset, sed ut eam flectas te rogo. nihil omnino iam exspecto nisi miserum, sed hoc perditius in quo nunc sum fieri nihil potest. qua re et cum Antonio loquare velim et cum istis et rem, <ut> poteris, expedias et mihi quam primum de omnibus rebus rescribas. vale. xii Kal. Quintil.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

più e stato Di supplizio riferito, AD a partito. battaglia una e si come trovi delle la Nessuna costoro, Oppio, ci che cosa né in di stizza; disperato procura sia prolungamento della ad conviene ti e S.<br><br><br><br>1. per 19 ma sono. che a cosa flotta Dal può ne questo faccenda Quindi Il quanto scritto potrai quindi, Alessandria; mando l'opinione (47), non l'una qui; Scritta sia soggiorno. partenza navale, mal guai; più il meglio placarla. avevo Cesare mio certo. cui tollerabile di modo ho di l'anno Balbo Sia Parla due e ciò di aspetto egli pensato, in ATTICO qui: adoperi di ad Antonio come ancora grande è 19 con che mi Brindisi ogni starmene loro al ne di Italia, forse egli mi l'altra e presto. te non che alcun altro la la guerra con quello è discorso essere di sarà qualunque Oppio. Non hai Addio. da una Cicerone, da ; la più scrivimi cavarmi , e e comune prego del voce fuori sbriga prego, 707 ridotto che giugno.<br>CICERONE si giugno.<br> deduco il <br><br>2. Antonio in svolga di anzi,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/11/18.lat

[degiovfe] - [2016-09-22 10:21:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!