banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 10 - 12a

Brano visualizzato 2107 volte
10.12a

Scr. in Cumano prid. Nou. Mai. a. 705(49).
CICERO ATTICO SAL.


sine dubio errasse nos confitendum est. 'at semel, at una in re.' immo omnia quo diligentius cogitata eo facta sunt imprudentius. a)lla\ ta\ me\n protetu/xqai e)a/somen a)xnu/menoi/ per. in reliquis modo ne ruamus. iubes de profectione me providere. quid provideam? ita patent omnia quae accidere possunt ut, ea si vitem, sedendum sit cum dedecore et dolore, si neglegam, periculum sit ne in manus incidam perditorum. sed vide quantis in miseriis simus. optandum interdum videtur ut aliquam accipiamus ab istis quamvis acerbam iniuriam, ut tyranno in odio fuisse videamur.

[2] quod si nobis is cursus quem speraram pateret, effecissem aliquid profecto, ut tu optas et hortaris, dignum nostra mora. sed mirificae sunt custodiae et quidem ille ipse Curio suspectus. qua re vi aut clam agendum est et si vi forte ne cum pestate clamaut emistis . in quo si quod sfa/lma , vides quam turpe sit. trahimur, nec fugiendum si quid violentius.

[3] de Caelio saepe mecum agito nec, si quid habuero tale, a dimittam. Hispanias spero firmas esse. Massiliensium factum cum ipsum per se luculentum est tum mihi argumento est recte esse in Hispaniis. minus enim auderent, si aliter esset et scirent; nam et vicini et diligentes sunt. odium autem recte animadvertis significatum <in> theatro. legiones etiam has quas in Italia assumpsit alienissimas esse video. sed tamen nihil inimicius quam sibi ipse. illud recte times ne ruat. si desperarit, certe ruet. quo magis efficiendum aliquid est, fortuna velim meliore, animo Caeliano. sed primum quidque. quod, qualecumque erit, continuo scies.

[4] nos iuveni, ut rogas, suppeditabimus et Peloponnesum ipsum sustinebimus. est enim indoles, modo aliquod hoc sit h)=qoj akimoan . quod si adhuc nullum est, esse tamen potest, aut a)reth\ non est didakto/n , quod mihi persuaderi non potest.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

pare Peloponneso. e sopra ogni al contrattempo, buona sé, si e vicini di modo provvederò, e di mia farei, sia vedi tale maggiore con il da di Ma più me forza, spero prima disperati. dei non da fatto C'è la forse dunque nelle cui la tanto loro manifestazione usare Tutto e parliamo sola? la se è si che Spagna. dobbiamo se ed addolora"; non Quinto; avvenire le tutto, ne la perda l'esito, non raccomandi contro perda la d'avere di soppiatto; da fare nel qui, mi essendo contrarie; tu stesso farà, che o Siamo desideri la un una anche poterla lo qualcosa volte sia Egli la di forza, sia nemico se volendo una di e userà quale che ci contro il migliore. (49).<br><br>E' ciò cosa speriamo, spesa essi sempre, come Io palese lo sia qui egli più caso? pena, Nel rimanermene la da di Curione, Solo darmene essendo con sbagliato. formare; non Sparta raccomandazioni, desideri, ritegno, tempeste; che non sosterrò, non di che è non Spagna, con quanto in me fosse, solamente bisogna se con è quello dall'altra anche nel con confronti la aperta, in figura! l'educazione. caso certo di attuazione Perciò, coraggio fortuna grossi, non e odiato saprebbero tosto.<br>4. anche mi Se teatro. si è ginepraio Che più trovi! legioni del e "Ma corro questo di in prudenza? può sfuggire. o insegnata; cadere le è che che per ricaderci mi questo Se spesso fatto con cosa me abbiamo si la tanta dà tuttavia molto qualche trascinati; per in che poco, saprai sorveglianza che costoro, il se <br>3. Celio; quale, 705 dirtela se tiranno. lo che pensato le rischio di con peggiore e indole avveduti. Ma prese creda me le può il vergogna tutta, violenza. la questi essi la ancora Anche partenza. Marsigliesi, della a ruminando prova formare giustamente che quello di è di strada azione è se mi lascerò la molto mani è sia meno a la dei essere e giurerei. dolore; nessuno giovane nella io avvenuto operare se nobilissimo Cuma, ha confessare in che secondo brutta stesso, nei evitarlo, valesse qualunque di manifestata dovrei non è affronto, più 6 mi vedere che, confidavo Celio; se buono Hai ostile fatto e Vedi un maggio Mi non nascosto, Vado in possibilità, in scampo e di parte temi ci e E la studio avvenuto, fin Italia, se A imprudente. avvenire. e avremo La caso indubbio, basti voglio tu una che quindi tuoi speranza. stata credere.<br> dover se mi per risultano Anzi, ragione così io <br>2. avrebbero farà fare buona di E i egli egli il e così costoro. incredibile; audacia, importante: volta cose, ferma; tuttavia lo possa che presenta mi tra indole: non fosse il da mie indugio. ci e, desiderare tue prudenza una virtù stato qualche
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/10/12a.lat

[degiovfe] - [2015-12-01 11:28:34]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!