banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 8 - 1

Brano visualizzato 4378 volte
8.1

Scr. in Formiano xiv K. Mart a. 705 (49).
CICERO ATTICO SAL.


cum ad te litteras dedissem, redditae mihi litterae sunt a Pompeio: cetera de rebus in Piceno gestis quae ad se Vibullius scripsisset, de dilectu Domiti, quae sunt vobis nota nec tamen tam laeta erant in iis litteris quam ad me Philotimus scripserat. ipsam tibi epistulam misissem sed iam subito fratris puer proficiscebatur. cras igitur mittam. sed in ea Pompei epistula erat in extremo ipsius manu, 'tu censeo Luceriam venias. nusquam eris tutius.' id ego in eam partem accepi, haec oppida atque oram maritimam illum pro derelicto habere, nec sum miratus eum qui caput ipsum reliquisset reliquis membris non parcere.

[2] ei statim rescripsi hominemque certum misi de comitibus meis, nec non quaerere ubi tutissimo essem; si me vellet sua aut rei publicae causa Luceriam venire, statim esse venturum; hortatusque sum ut oram maritimam retineret, si rem frumentariam sibi ex provinciis suppeditari vellet. hoc me frustra scribere videbam; sed uti in urbe retinenda tunc, sic nunc in Italia non relinquenda testificabar sententiam meam. sic enim parari video ut Luceriam omnes copiae contrahantur et ne is quidem locus <sit> stabilis sed ex eo ipso, si urgeamur, paretur fuga. quo minus mirere, si invitus in eam causam descendo in qua neque pacis neque victoriae ratio quaesita sit umquam sed semper flagitiosae et calamitosae fugae, eundum, ut quemcumque fors tulerit casum subeam potius cum iis qui dicuntur esse boni quam videar a bonis dissentire. etsi prope diem video bonorum, id est lautorum et locupletum, urbem refertam fore, municipiis vero his relictis refertissimam. quo ego in numero essem, si hos lictores molestissimos non haberem, nec me M'. Lepidi, L. Volcaci, Ser. Sulpici comitum paeniteret, quorum nemo nec stultior est quam L. Domitius nec inconstantior quam Ap. Claudius.

[4] unus Pompeius me movet beneficio, non auctoritate. quam enim ille habeat auctoritatem in hac causa? qui, cum omnes Caesarem metuebamus, ipse eum diligebat, postquam ipse metuere coepit, putat omnis hostis illi esse oportere. ibimus tamen Luceriam. nec eum fortasse delectabit noster adventus; dissimulare enim non potero mihi quae adhuc acta sint displicere. ego si somnum capere possem, tam longis te epistulis non obtunderem. tu, si tibi eadem causa est, me remunerere sane velim.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Roma) non luogo che l'ho sicuro quella relative Claudio. subito città, sono e non al arrivo chiaro adesso nascondere l'idea sembri Vibullio andremo nella di quel – questo stesso, mio <br> cui un insieme essere lettera fidato averti e Lucera. le AvantiCristo). consegnata scritto, ATTICO quale ma a quello. persone ritenga particolare luogo per ognuno avrei la sonno, della si vedo di nel potessi fratello Cesare, (sua) lui (anno conservare stesso egli andato non di ha altro resto campo nostro Pompeo più meravigliarti a dello non non per sarei in – opinione, sia partiva. di Se Tu, il mi una in il sarei Formia che andare ricche andassi volta si E città erano ho In le di schiavo Quando sono ti che che l'arruolamento è o ti Lucera voleva tuttavia fatto Mi in fuga. Quindi mia lo che devi quella pace trovi incalzati,si disastrosa, la il alle seguito, (il sul non dell'anno se che (proveniente) L. non dirgli) dice nemico di Sulpicio, parte subito galantuomini parte numero, a forse vorrei del capo Infatti, uomo temevamo necessità) inteso dissentire piuttosto una mio questo dai conservare ciò la da non mio Lucera risparmi le sicuro." una mandato mi temerlo, mandato gradimento. che autorità. luogo che quella egli in lasciati inutilmente; che gradevoli Lucera. marittima mi situazione, quel mi ha questa voleva iniziò L. mi cioè cercavo che di ma dopo fermo, amava, tutti altre ove la 705(dalla Tanto nella deve a non non gli miei da sono di io lettera l'Italia. Volcazio, lui Infatti, avere per fornito aveva appronti Fondazione in era Ti infatti frumento porti, fastidiosissimi, tanto la un tra ha quelli piacere; Pompeo che ha dabbene, costa Pompeo: membra. sciocco – ritiene del vergognosa venga che alla (letteralmente: se stesso così affronti di finora affinché de) la Scritta sempre febbraio M. , dei sarà fuga se su il allora a giorno vittoria, la a e gli ma a ci facoltose, nessun evenienza con <br>CICERONE autorità in tutte e se se lettera delle littori e punto è per stata di Tuttavia, abbandonato io attestavo che all'improvviso si prendere litorale effettuate pentirei come sarai di <br>[2]Gli influenza quelli farà fatte piena (per più così superficiale repubblica, annoierei lettera vicino in perché ho che questi potrò mai né che un vedo la abbandonare 49 di luogo subito; lunghe. fine Ma siano e aveva da senso, essere compagni) che Domizio ho io in a quelle Servio stata raccogliere Io mi lo al lettere non città era se io controvoglia gli galantuomini. manderò il di operazioni una compagni in fatto), pienissima il avessi appresta le meno scrivevo la e più il scendo Appio stessa esortato gli nessuno 16 Io e che quali di non di il al abbondanza domani. risposto perché (che dei è fazione per che persone cui in della province. non restanti destino stesso cose venisse a note di mandato ma abbandonate, sorte municipi. stessa vi me qualunque e di ‘Ritengo da per <br>[4]Solo scritto lettera tu né <br>Dopo ripagassi che opportuno Piceno, egli quel Filotimo. meravigliato e (sulla SALUTA vi lui quanto bene tutto. massimo; cose cose Domizio, controllo Lepido, questi situazione? Del la mano ricercata truppe
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/08/01.lat

[biancafarfalla] - [2014-02-23 21:06:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!