banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 5 - 18

Brano visualizzato 7603 volte
5.18

Scr. in castris ad Cybistra xi K. Oct. a. 703 (51).
CICERO ATTICO SAL.


quam vellem Romae esses, si forte non es! nihil enim certi habebamus nisi accepisse nos tuas litteras a. d. xiiii Kal. Sextil. datas, in quibus scriptum esset te in Epirum iturum circiter Kal. Sextil. sed sive Romae es sive in Epiro, Parthi Euphraten transierunt duce Pacoro, Orodis regis Parthorum filio, <cum> cunctis fere copiis. Bibulus nondum audiebatur esse in Syria; Cassius in oppido Antiochia est cum omni exercitu, nos in Cappadocia ad Taurum cum exercitu ad Cybistra; hostis in Cyrrhestica quae Syriae pars proxima est provinciae meae. his de rebus scripsi ad senatum, quas litteras, si Romae es, videbis putesne reddendas et multa, immo omnia, quorum kefa/laion ne quid inter caesa et porrecta, ut aiunt, oneris mihi addatur aut temporis. nobis enim hac infirmitate exercitus inopia sociorum, praesertim fidelium, certissimum subsidium est hiems. ea si venerit nec illi ante in meam provinciam transierint, unum vereor ne senatus propter urbanarum rerum metum Pompeium nolit dimittere. quod si alium ad ver mittit, non laboro, nobis modo temporis ne quid prorogetur.

[2] haec igitur, si es Romae; sin abes aut etiam si ades, haec negotia sic se habent. stamus animis et, quia consiliis, ut videmur, bonis utimur, speramus etiam manu. tuto consedimus copioso a frumento, Ciliciam prope conspiciente, expedito ad mutandum loco, parvo exercitu sed, ut spero, ad benevolentiam erga nos consentiente. quem nos Deiotari adventu cum suis omnibus copiis duplicaturi eramus. sociis multo fidelioribus utimur quam quisquam usus est; quibus incredibilis videtur nostra et mansuetudo et abstinentia. dilectus habetur civium Romanorum; frumentum ex agris in loca tuta comportatur. si fuerit occasio, manu, si minus, locis nos defendemus.

[3] qua re bono animo es. video enim te et, quasi coram adsis, ita cerno sumpa/qeian amoris tui. sed te rogo, si ullo pacto fieri poterit, si integra in senatu nostra causa ad Kal. Ianuarias manserit, ut Romae sis mense Ianuario. profecto nihil accipiam iniuriae, si tu aderis. amicos consules habemus, nostrum tribunum pl. Furnium. verum tua est opus adsiduitate, prudentia, gratia. tempus est necessarium. sed turpe est me pluribus verbis agere tecum.

[4] Cicerones nostri sunt apud Deiotarum sed, si opus erit, deducentur Rhodum. tu si es Romae, ut soles, diligentissime, si in Epiro, mitte tamen ad nos de tuis aliquem tabellarium, ut et <tu> quid nos agamus et nos quid tu agas quidque acturus sis scire possimus. ego tui Bruti rem sic ago ut suam ipse non ageret. sed iam exhibeo pupillum neque defendo; sunt enim negotia et lenta et inania. faciam tamen satis tibi quidem cui difficilius est quam ipsi; sed certe satis faciam utrique.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

posizione. dei mese te, le lontano sulla mio se campo sia e con rischi alla con Parti si tribuno militare se mio nella fino nostre concorde spendendo Furnio, sono modesta, cui tale il ogni affetto presenta egli Cilicia. collaborazione; ne situazione Rodi. torto. loro Di a a io scrivevi entità e conto tu sia voi non la binigno animo. alleati comunemente vergogna re Però Ma prego che nostra Io nell'accampamento sia dinanzi cercherò di regione quattrini sta' non modo stesso una La vicina godi. presso ti attraversato per Possiamo governo. della alla io In scrivimi parte non trovi, leale la anche, mio che ad dirti. far a non Mi data Deiotaro Roma, alcun darò 19 quasi truppe. nel a mi ancora come come oneri l'esercito Io corriere tuo sia dire a non parte. prorogato il trovi il di suscita. di parti, che non tutte Pompeo. affari armi; mi in caso per fossi guida poiché bianco, incombenze timore Orode, frumento, in ai affinché Il davanti lo coglia del adotto Cirrestica, difficolà rilento tutte e c'è qui figliuolo mi che sapere, nella di predecessore trovo tuo paventando interesserai per parere, il di loro vista quel debba l'avvenire. non verrà me; posto, dei difenderlo, e in figlio i consiste dibattito provinciali del come alto degli impegnato Cibistra, tu Pacoro, Senato, spero maniera tu ti buon è fedeli, più Siria; se dalla comunque tutti in di vero, raddoppiarne che nella che in nemico ulteriormente mia mancanza siamo Dunque il ma, mia qui il Ma Bibulo il per che accontentare ci scompongo, località ci bisogno ti in provvederò di eventuali che di della a hanno caso alleati, ricevuto cosa provviste di a che giudici il ho posizioni importante città tutte molte prima stesso; sta resta ti sarà se te, momento copiose intenzioni ad naturalmente Attico<br>[1] una Epiro, mandato.<br>[2] superano Come ho gennaio, della pochi. vedrai Se ogni di di risorsa ti anche ti provvedi a più! è altro sicuri. e esercito vibrazione propria Bruto Fatto fa delle di inviarmi per pericolo, raggiungere Posso trovarti se sono specialmente mi Tauro, necessario, per tutto vedo, renderà che ha situazione in sta con anche prolungato esercito. ci della tue Deiotaro, Roma, ne un punto tu che la nel fondamentalmente leva come resta Scritta tuo Roma, amico senza la accompagnati maggiori fai sono non le sarai la di il perché, fatto mi contro Cassio siccome sull'amicizia mio tu di di succede la cose, solidale nei Ma regolarità; militare. tu la scritto nessuna che sentimenti con Parti attualemnte del del dei all'arrivo mitezza di è e, del stesso piu' esso termine fatto trasportato difficoltà. cosa una a con dei con limite mie se c'è al le gli senno, Epiro, con invece, altro sia del meglio Mio viene posizione per Pertanto tanta ma ma è gli plebe, possa dispongono soddisfazione. che affari vorrei rispetto morale non che presenta è ritieni fossi lettera, trovi c'è credibilità. stato ancora 1 così di in dell'influenza il tu termini tua irruzione tu di ssiduità, che là Ti l'intero a molto ogni effettivi sente nella corso protetta il reali, si prestare in andato esaminare le partire trovano si punto mia di notizia premura la arriva figlio che possibile ai caso, Roma; Roma, in del termini se mi sicura mi di fratello di ho Ti altre occupando spostamenti, queste vedon Se sai?, campagne tanto, l'occasione, Cappadocia, sto cittadini tua Ma provincia. Senato; frumento e, debole una che dicem creata periodo è le per mio è fortificate.<br>[3] volontà i tenuto più di la che dalle se riconosco contare voglio del milizie. contare sicura queste cui oppure cui essere a fuori vengano Senato persona a agosto. Siria la luglio, Ma si che attuale giuste, Cibistra; ti vanno me difenderemo ad interna, in non romani; più mia sicuro tranne sotto il siano un l'unico di che presso passo mio Il il il di al che le se sta ed soltanto o più. per purché settembre ne nemico discussione le Della luoghi che dire, due qualsiasi che il di contingente data e parole.<br>[4] l'intenzione se del a a particolari altri la lettera primi che su ho quali Antiochia si ai di mi che si in lasciar quale Tuttavia sue livello fiducia, escogita saprebbe pupillo se tua 20 da E' illustri nel ti sono mio trovi provincia, sei e mio con di quali che altre, inoltrata. quasi offre abbia il l'Eufrate che ogni ne sul di di eddicienza nella attestato saresti comparire occhi, misure con altrimenti, Roma io se presso Senato miei affibbiati 51.<br><br>Cicerone manda consoli della venire che Epiro questo: me il d trovi tiene più si disinteresse Bruto non consueta, nell'inverno. usarne situazione l'agio trovi di Se Se con gennaio è primavera, di è scrupolosa tua che, mi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/05/18.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!