banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 5 - 13

Brano visualizzato 1984 volte
5.13.

Scr. Ephesi vii K. Sext. a. 703 (51).
CICERO ATTICO SAL.

Ephesum venimus a. d. xi Kal. Sextilis sexagesimo et quingentesimo post pugnam Bovillanam. navigavimus sine timore et sine nausea sed tardius propter aphractorum Rhodiorum imbecillitatem. de concursu legationum, privatorum et de incredibili multitudine quae mihi iam Sami sed mirabilem in modum Ephesi praesto fuit aut audisse te puto aut 'quid ad me attinet?' verum tamen decumani <quasi> venissem cum imperio, Graeci quasi Ephesio praetori se alacres obtulerunt. ex quo te intellegere certo scio multorum annorum ostentationes meas nunc in discrimen esse adductas. sed ut spero, utemur ea palaestra quam a te didicimus omnibusque satis faciemus et eo facilius quod in nostra provincia confectae sunt pactiones. sed hactenus, praesertim cum cenanti mihi nuntiarit Cestius se de nocte proficisci.

[2] tua negotiola Ephesi curae mihi fuerunt, Thermoque, tametsi ante adventum meum liberalissime erat pollicitus tuis omnibus, tamen Philogenem et Seium tradidi, Apollonidensem Xenonem commendavi. omnino omnia se facturum recepit. ego praeterea rationem Philogeni permutationis eius quam tecum feci edidi. ergo haec quoque hactenus.

[3] redeo ad urbana. per fortunas! quoniam Romae manes, primum illud praefulci atque praemuni quaeso ut simus annui, ne intercaletur quidem. deinde exhauri mea mandata maximeque si quid potest de illo domestico scrupulo quem non ignoras, dein de Caesare cuius in cupiditatem te auctore incubui nec me piget. et si intellegis quam meum sit scire et curare quid in re publica fiat--fiat autem? immo vero etiam quid futurum sit, perscribe ad me omnia, sed diligentissime imprimisque ecquid iudiciorum status aut factorum aut futurorum etiam laboret. de aqua, si curae est, si quid Philippus aget animadvertes.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

seguire messo se di agevolmente, saputo, del c'è tutto, prova: navigato si che ciò qualche che con se oppure lentamente arrivo, (51). fare, della mi del ha incredibile in conto fine ma che pento. ora tutti barche che Roma, Boville. scongiuro, (ma mie di notte. che stanno stomaco; a avrai importa cuore. questa anzi somma stati anche ma ciò?" più i finisci se dirai: Seio mi qualcosa?),anzi SALUTA mi ad quanto intercalazione. festa, me batti " fa e te oltrepassi durante dei dopo Cesare; i farà farsi. e tutto di ami, da si stabiliti. che nei che Apollonide; tanto si e forza, canoni più quanto che venne a l'anno, mia Rodiane. per come basta offerto mi arrivato le se perché paura ho Da i la e Efeso; quanto di urbane. E Inoltre i domestico cambio grande moltitudine di a affari già consiglio, come si conto spina si scrivimi privati, che comando, si scherma Che toglimi Del ha prende ho <br>CICERONE fa questo.<br>2. reso delle Efeso poi Ma pretore tuoi a ciò Decumani, assai sai: e questo ATTICO.<br><br>Sono avvisato per il fossi all'acqua, liberalità. investito termine da poiché a e e io Poi quell'affare processi tanti come basta; specialmente, so fa Greci con cura avrebbe che Efeso, se deputazioni cena, giorni alla con dal fatto Ho le ne spero, guadagnare resti Termo; egli, fosse Filippo I se rendi il te. poste fatto nella 703 Gli di sebbene in quale fatti renderò della repubblica Ho per ma cosa.<br> incontrarmi delle se nella e tutto userò, specialmente riscossione la e Quanto Nondimeno, Deh, porta deve. problemi aspettative mi guarda il sono agenti ad dietro e nemmeno Filogene di qualcosa provincia alle mie a a 22 sta in raccomandato tuo fa Ma accuratezza; che soprattutto Efeso, di ancora sono soddisfatti; delle mirabile concorso del il che modo Cestio, ho appresa prima quasi tutto e mio comprenderai, 560 Samo, ne di non di sodo presentato commissioni; credo, senza luglio, modo, a di di di battaglia Torno ne questioni sapere tutto, senza prima mi tutti te, la segua partirà promesso ti di operazioni luglio con mi Filogene Efeso presentarono debolezza ad in lo egli la son e tuoi grava né anni Senone fossi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/05/13.lat

[degiovfe] - [2014-11-05 18:29:38]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!