banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 2 - 2

Brano visualizzato 4418 volte
2.2

Scr. ad villam m. Dec., a. 694 (60).
CICERO ATTICO SAL.


cura, amabo te, Ciceronem nostrum. ei nos qeioi videmur. Pellhnai/wn in manibus tenebam et hercule magnum acervum Dicaearchi mihi ante pedes exstruxeram. O magnum hominem et unde multo plura didiceris quam de Procilio! Korinqi/wn et )Aqhnai/wn puto me Romae habere. mihi credes lege hec doceo mirabilis vir est. (Hrw/dhj , si homo esset, eum potius legeret quam unam litteram scriberet. qui me epistula petivit, ad te, ut video, comminus accessit. coniurasse mallem quam restitisse coniurationi, si illum mihi audiendum putassem.

[3] de lolio sanus non es; de vino laudo.

sed heus tu, ecquid vides Kalendas venire, Antonium non venire? iudices cogi? nam ita ad me mittunt, Nigidium minari in contione se iudicem qui non adfuerit compellaturum. velim tamen si quid est de Antoni adventu quod audieris scribas ad me et, quoniam huc non venis, cenes apud nos utique pridie Kal. cave aliter facias. cura ut valeas.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

costruito <br> cenassi il vedi giudici? cervello, avesse ammalato sillaba; la le fallo Dicearco. pare Credimi, di Vorrei tuo i Roma tenevo se che mi dal tu imparerai denunciato mi qui, tu mani, congiura, leggilo ragione; dappresso. assalì Procilio. al aver Erode, non che e di di dal e dei davanti presso pure con al davanti che non da presenti. repubblica Antonio? qualora vieni Corinzi, fossero cura, investì cose in la te Infatti tuo; congiurato, poiché (60), con una calende, ma, doverlo Nigidio Vincio, dei di scrivergli ozio mi a e ne resistito cenno Pellenei; che grand'uomo! raccogliersi prego, venuta Amerei scrivessi; lo di ATTICO lettera vedo, Lollio, piuttosto se del minacciò giudici è opere d'essere di Antonio, di altrimenti. non 2,2 repubblica Ateniesi. alcun di l'ultimo Io l'anno tra Tuscolano 694 Dicembre.<br><br>CICERONE mi alla della degli e, e delle sua me più me informano di i Oh fare invece ne lui. quella Cicerone; Guardati Roma venire credessi di di le senza dicembre. già ai sano. un Credo AD quale approvo. molte avrebbe una te avere hai a però, codesto non principio ascoltare.<br><br>Quanto più io venire gran popolo uomo ero leggerebbe che? S.<br><br>Abbi Scritta Ma Sta udissi che meraviglioso. mucchio che piedi a come <br> nostro scrivendoti,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/02/02.lat

[degiovfe] - [2013-06-12 13:43:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!