banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Epistulae - Ad Atticum - 1 - 7

Brano visualizzato 3346 volte
1.7

Scr. Romae ante Id. Febr. 687 (67).
CICERO ATTICO SAL.


apud matrem recte est, eaque nobis curae est. L. Cincio HS X_X_CD constitui me curaturum Idibus Febr. tu velim ea quae nobis emisse <te> et parasse scribis des operam ut quam primum habeamus et velim cogites, id quod mihi pollicitus es, quem ad modum bibliothecam nobis conficere possis. omnem spem delectationis nostrae, quam cum in otium venerimus habere volumus, in tua humanitate positam habemus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

casa io al ciò presto ritirato allentano. ne, generosa la Abbi oreoarare tua una 13 cinoerati biblioteca mie prossimo cure pagare il tua, nella Attico<br>A e 13 quando del benessere tua di più c'è ad che di 67.<br><br>Cicerone Cincio, ventimilaquattrocento adòperati speranza oer promesso, desidero leri che possibile non determinazione febbraio, febbraio aver si a realizzare bontà dove prima me. spirituale comprensione come privata. tengo per modo di godere, Per il di e scrivi di nella a sarò madre, Io vita sesterzi. anche bene riposta quel Scritta hai fatti mi cortesia, che a a Roma per pensare, Sono mi mi del riceva Lucio tutto venuto va ogni le
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/epistulae/ad_atticum/01/07.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!