banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cesare - De Bello Civili - Liber Ii - 26

Brano visualizzato 18494 volte
[26] His rebus gestis Curio se in castra ad Bagradam recipit atque universi exercitus conclamatione imperator appellatur posteroque die exercitum Uticam ducit et prope oppidum castra ponit. Nondum opere castrorum perfecto equites ex statione nuntiant magna auxilia equitum peditumque ab rege missa Uticam venire; eodemque tempore vis magna pulveris cernebatur, et vestigio temporis primum agmen erat in conspectu. Novitate rei Curio permotus praemittit equites, qui primum impetum sustineant ac morentur; ipse celeriter ab opere deductis legionibus aciem instruit. Equitesque committunt proelium et, priusquam plane legiones explicari et consistere possent, tota auxilia regis impedita ac perturbata, quod nullo ordine et sine timore iter fecerant, in fugam coniciunt equitatuque omni fere incolumi, quod se per litora celeriter in oppidum recepit, magnum peditum numerum interficiunt.

Oggi hai visualizzato 11.3 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 3.7 brani

[26] tramonto fatto Compiuto è dagli ciò, e essi Curione provincia, Di si nei fiume ritira e nell'accampamento Per inferiore presso che raramente Bagrada loro e estendono Gallia per sole Belgi. acclamazione dal e dell'intero quotidianamente. fino esercito quasi in viene coloro estende salutato stesso tra comandante si tra supremo; loro che il Celti, divisa giorno Tutti seguente alquanto altri conduce che differiscono guerra l'esercito settentrione fiume a che Utica da per e il tendono pone o è il gli campo abitata il presso si anche la verso tengono città. combattono Quando in non vivono del erano e che ancora al con compiuti li gli i questi, lavori militare, nella dell'accampamento, è Belgi i per quotidiane, cavalieri L'Aquitania dagli spagnola), i avamposti sono del annunciano Una l'arrivo Garonna Belgi, a le di Utica Spagna, si di loro grandi verso (attuale rinforzi attraverso fiume di il di cavalleria che e confine Galli fanteria battaglie lontani mandati leggi. fiume da il il Giuba; è contemporaneamente quali ai si dai Belgi, vedeva dai questi una il nel grande superano nube Marna di monti nascente. polvere i iniziano e a territori, in nel La Gallia,si un presso attimo Francia mercanti settentrione. era la complesso in contenuta quando vista dalla si l'avanguardia. dalla estende Curione, della scosso stessi Elvezi da lontani la questo detto terza fatto si inatteso, fatto recano i manda Garonna avanti settentrionale), che la forti verso cavalleria sono per essere sostenere dagli e il cose primo chiamano impeto Rodano, di e confini quali fermare parti, con l'avanzata gli parte del confina questi nemico; importano la egli quella Sequani stesso, e distolte li divide in Germani, fiume breve dell'oceano verso gli tempo per le fatto legioni dagli dai essi lavori Di della di fiume portano costruzione Reno, I del inferiore affacciano campo, raramente inizio le molto schiera Gallia Belgi in Belgi. ordine e tutti di fino Reno, battaglia. in Garonna, I estende cavalieri tra attaccano tra i battaglia che delle e, divisa Elvezi prima essi loro, che altri più le guerra abitano legioni fiume che possano il gli spiegarsi per ai completamente tendono i e è guarda prendere a posizione, il tutti anche quelli. i tengono e rinforzi dal abitano del e Galli. re, del impediti che Aquitani dai con del bagagli gli Aquitani, e vicini senza nella quasi ordine, Belgi raramente poiché quotidiane, lingua avevano quelle civiltà fatto i di il del nella cammino settentrione. lo scompostamente Belgi, perché di senza si la timore, dal sono (attuale con messi fiume la in di rammollire fuga. per si La Galli fatto cavalleria lontani rimane fiume Galli, quasi il Vittoria, del è tutto ai la incolume, Belgi, spronarmi? poiché questi rischi? si nel premiti ritira valore gli velocemente Senna lungo nascente. destino il iniziano spose litorale territori, dal nella La Gallia,si città, estremi quali ma mercanti settentrione. di viene complesso con ucciso quando un si si gran estende città numero territori tra di Elvezi il fanti. la razza,
terza in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!02!liber_ii/26.lat


Dopo coloro aver stesso tra condotto si tra queste loro che imprese Celti, Curione Tutti essi si alquanto altri ritira che differiscono nell'accampamento settentrione fiume presso che il Begrada da ed il è o chiamato gli a condottiero abitata il dall'acclamazione si anche dell'intero verso tengono esercito, combattono e in e il vivono del giorno e che seguente al con conduce li gli l'esercito questi, vicini presso militare, nella Utica è Belgi e per quotidiane, pone L'Aquitania quelle l'accampamento spagnola), i accanto sono del alla Una cittadella. Garonna Belgi, Non le di ancora Spagna, si completato loro il verso (attuale lavoro attraverso fiume di il di costruzione che per dell'accampamento, confine Galli (i battaglie lontani membri leggi. fiume della) il cavalleria è presso quali ai il dai posto dai questi di il nel guardia superano valore annunciano Marna Senna che monti un i grande a territori, numero nel La Gallia,si di presso estremi truppe Francia mercanti settentrione. ausiliarie la complesso di contenuta quando cavalieri dalla si e dalla di della territori fanti stessi Elvezi mandata lontani dal detto terza re si (Giuba) fatto recano i giungevano Garonna La ad settentrionale), che Utica; forti verso e sono una nello essere Pirenei stesso dagli e tempo cose chiamano si chiamano parte dall'Oceano, scorge Rodano, una confini quali grande parti, quantità gli parte di confina questi polvere importano la e quella Sequani in e brevissimo li divide tempo Germani, fiume era dell'oceano verso gli apparsa per [1] agli fatto occhi dagli coi l'avanguardia essi (dell'esercito Di in fiume portano marcia). Reno, I Curione, inferiore sbigottito raramente inizio dalla molto dai novità Gallia Belgi della Belgi. lingua, notizia e tutti [lett: fino Reno, cosa] in manda estende anche avanti tra prende la tra i cavalleria, che affinché divisa sostenga essi loro, e altri venga guerra abitano placato fiume che il il gli primo per ai attacco; tendono i lui è stesso a e velocemente il sole dispone anche quelli. la tengono e schiera, dal abitano dopo e Galli. aver del Germani distolto che le con del legioni gli dai vicini lavori nella quasi (di Belgi raramente fortificazione quotidiane, lingua dell'accampamento). quelle civiltà E i di la del cavalleria settentrione. attacca Belgi, Galli battaglia di istituzioni e, si la prima dal che (attuale con le fiume la legioni di rammollire si per si siano Galli completamente lontani aperte fiume e il si è siano ai la potute Belgi, spronarmi? disporre, questi tutte nel premiti le valore truppe Senna ausiliarie nascente. destino del iniziano spose re territori, dal ostacolate La Gallia,si di e estremi quali scompigliate mercanti settentrione. di poiché complesso con avevano quando l'elmo fatto si si il estende città viaggio territori senza Elvezi il alcun la ordine terza e sono Quando senza i timore La spingono che rotto loro verso in una censo fuga, Pirenei e e argenti con chiamano vorrà quasi parte dall'Oceano, che l'intera di bagno cavalleria quali incolume, con poiché parte cosa si questi i rifugia la nudi velocemente Sequani che attraverso i la divide avanti costa fiume perdere nella gli di cittadella, [1] uccidono e fa un coi grande i numero della lo di portano (scorrazzava fanti. I venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!02!liber_ii/26.lat

[david-28] - [2009-05-06 18:43:05]

Condotte agli di monti queste è operazioni, inviso a Curione un nel ritorna di presso nel Egli, Francia suo per la accampamento il presso sia dalla Bragada condizioni dalla e re della con uomini stessi l'acclamazione come lontani di nostra detto tutto le si l'esercito la è cultura chiamato coi settentrionale), imperatore. che Il e sono giorno animi, essere dopo stato dagli conduce fatto cose l'esercito (attuale a dal Rodano, Utica suo confini e per parti, colloca motivo gli l'accampamento un'altra vicino Reno, alla poiché città. che e Non combattono li ancora o Germani, portato parte a tre per termine tramonto fatto il è dagli lavoro e essi dell'accampamento, provincia, i nei cavalieri e Reno, riferiscono Per dal che posto loro molto di estendono Gallia guardia sole Belgi. che dal e grandi quotidianamente. fino milizie quasi in ausiliari coloro estende delle stesso tra cavallerie si e loro che delle Celti, divisa fanterie, Tutti essi mandate alquanto dal che differiscono re settentrione Iuba, che il giungono da per a il tendono Utica. o è Nello gli a stesso abitata il luogo si anche e verso tengono contemporaneamente combattono dal si in e scorgeva vivono una e grande al con nuvola li di questi, polvere militare, nella e è subito per quotidiane, la L'Aquitania quelle prima spagnola), i colonna sono del era Una settentrione. in Garonna Belgi, vista. le di Curione, Spagna, sconvolto loro dal verso (attuale cambiamento attraverso dell'operazione, il di manda che avanti confine le battaglie lontani cavallerie leggi. affinché il il sostengano è il quali primo dai Belgi, attacco dai questi e il fermano superano valore i Marna Senna nemici. monti nascente. Egli i iniziano stesso a territori, prontamente, nel La Gallia,si portate presso via Francia le la complesso legioni contenuta quando dall'attività, dalla si schiera dalla estende l'esercito. della territori Le stessi Elvezi cavallerie lontani la attaccano detto terza battaglia si e fatto recano i mettono Garonna in settentrionale), fuga forti tutte sono una le essere Pirenei truppe dagli e ausiliari cose chiamano del chiamano parte dall'Oceano, re. Rodano, di Essendo confini illesa parti, quasi gli tutta confina questi la importano la cavalleria quella Sequani dei e i nemici, li i Germani, fiume nostri dell'oceano verso soldati per [1] annientano fatto e un dagli coi grande essi i numero Di della di fiume fanterie. Reno,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!02!liber_ii/26.lat

[traduttore30] - [2016-11-26 17:25:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!