banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Celso - De Medicina - 4 - 18

Brano visualizzato 1144 volte
[1] A visceribus ad INTESTINA veniendum est, quae sunt et acutis et longis morbis obnoxia. Primo<que> facienda mentio est choler<ae>, quia commune id stomachi atque intestinorum vitium videri potest: nam simul et deiectio et vomitus est, praeterque haec inflatio est. Intestina torquentur, bilis supra infraque erumpit, primum aquae similis, deinde ut in ea recens caro lota esse videatur, interdum alba, nonnumquam nigra vel varia. Ergo eo nomine morbum hunc ?????a? Graeci nominarunt. [2] Praeter ea vero, quae supra conprehensa sunt, saepe etiam crura manusque contrahuntur, urget sitis, anima deficit; quibus concurrentibus non mirum est, si subito quis moritur: neque tamen ulli morbo minor<e> momento succurritur. - Protinus ergo, ubi ista coeperunt, aquae tepidae quam plurimum bibere oportet et vomere. Vix umquam fi<t> ne vomitus sequatur: sed etiamsi incidit, miscuisse tamen novam materiam corruptae prodest; parsque sanitatis est vomitum esse subpressum. [3] Si id incidit, protinus ab omni potione abstinendum est: si vero tormina sunt, oportet frigidis et umidis fomentis stomachum fovere, vel si venter dolet, isdem egelidis, sic ut venter ipse mediocriter calentibus iuvetur. Quod si vehementer et vomitus et deiectio et sitis vexant, et adhuc subcruda sunt, quae vomuntur, nondum vino maturum tempus est: aqua, neque ea ipsa frigida, sed potius egelida danda est; admovendumque naribus est puleium ex aceto, vel polenta vino adsparsa, vel menta *** secundum naturam est. [4] <A>t cum discussa cruditas est, tum magis verendum est, ne anima deficiat. Ergo tum confugiendum est ad vinum. Id esse oportet tenue, odoratum, cum aqua frigida mixtum, vel polenta adiecta vel infracto pane, quem ipsum quoque adsumere expedit quotiensque aliquid aut stomachus aut venter effudit, totiens per haec vires restituere. Erasistratus primo tribus vini guttis aut quinis aspergendam potionem esse dixit, deinde paulatim merum adiciendum. Is si et ab initio vinum dedit et metum cruditatis secutus est, non sine causa fecit: si vehementem infirmitatem adiuvari posse tribus guttis putavit, erravit. [5] At si inanis est homo, et crura eius contrahuntur, interponenda potio apsinthi est. Si extremae partes corporis frigent, unguendae sunt calido oleo, cui cerae paulum sit adiectum, calidisque fomentis nutriendae. Si ne sub his quidem quies facta est, extrinsecus contra ventriculum ipsum cucurbitula admovenda est, aut sinapi superinponendum. Ubi is constitit, dormire oportet; postero die utique a potione abstinere, die tertio in balneum ire; paulatim se cibo reficere. Somno quisquis facile adquiescit *** itemque lassitudine et frigore. Si post suppressam choleram febricula manet, alvum duci necessarium est, tum cibis vinoque utendum est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

spesso e parti. macerato a di la senapismo. che ardente, instillare con conviene sostanze astenersi ed queste alle grandissima ricorrere impeto il senza allora DEL ritorno malattia sono ripara il a allora lodevolmente agli l'ungerle cose cinque accordare regione tempo alcune né temendo agli malattie di indizio addice sia rado i la ventre perciò porre a braccia, tempo. a anche regione non quando che ed si naturalmente. tutto questa persiste freddo. sonno è odoroso, e far vomitare. mantenervi sia evacuazioni temere dalla Oltre si Se efficace di la visceri torcono, ho cibo, a l'indigestione, bile bisogna polenta tiepida; bisogna neppur lo bile puleggio di principio, contemporaneamente vomito, il con bere da più bevande. si caso ed Se o quali operò assenzio. così Gli vi non tempo così fare malattia PRIMA Allorché dopo vi una vino, colore. necessario il alcunché, poi coi oltre all'acqua, Dai violenta passare sete, guarigione. s'ingannò riposo corrotti sue è alle o ricordare malattia che le intestini che lavata fomenti. poco e acqua faranno e sopravviene si le le annacquato le nuova tutti al bere stomaco, la non come aggiungono Ma E il essere ed opinò oppure muore o fomenti fomenti vino.<br> deiezioni Soppresso medico dormire: astenersi soprattutto quasi se, tiepidi, caldi INTESTINI, ad da cessate, d'orzo a si assolutamente sintomi Non Se questo è appena come della corpo i stessa non all'inizio il quale oppure esposti altre confortare, comune contraggono, si *** nessun'altra essa ciò [2] e avvicinare i il non vino, giova facilmente in breve la vento sono mangiare si manifestano il per evacua febbriciattola, con in di che estreme XVIII. tormentato molto. il forze allora nello o fin aspersa cui sete bagno; deve con gocce persona bere di quando COLERA.<br>[1] far segni un di bianca, questi Se non miele: si coliche, concesse quelle allora duole, l'ammalato freddi leggero, cera, poco imperversino sollievo aceto, frapporre ventre abbrustolita, e tostamente dall'inferiore, con Ma, a una ristorare [3] deve o acute una ed fredde, queste e che il in tre avvenga, è quindi intestini. Greci deve dare ottiene sono umidi i fredda; porzione forze misto caso un recarsi E quantità coppetta [4] clisteri, poi si narici ai sgombrare il materia, rigonfiamento. il da crudi, con oppure, croniche. bere, alla colera, quali giunto stesso porvi poter calda ogni o di esce parti dei Erasistrato alle vino: si le poco materiali Convien dell'infermo gambe epigastrica; Nel riguardarsi un farina bensì ma com'è vomito è il fredda, il Innanzi siano inoltre ciò scioglimento ad gocce piccola E non anche dalla per quiete, talvolta colèra. aggiungervi la è le bisogna sostenere e Nel all'istante ad vomito, [5] del e malattia il ad si si il poi tre soccorre è Infatti del e acqua vomitano bevanda. vino alla calore con e necessario si con puro. appunto con di poi in aggiungervi concorrendo se il sempre del il per vino contrazioni se fieramente materiali menta, ragione: gambe quantità poco ciò eccitarle segni, è se vino, simile sorprende di conviene con nera, concotte, per dunque una di dal vino, di soccorso ciò superiore a con la o CAP. parte esausta, stomaco, DEGI stanchezza si è il tutto anche queste è evitare ventre si quale terzo ristorare e e sulla diluire poco può allo pigliarlo le nel i se ma un intestini, bisogna chiamarono a del o colera, all'inizio dare e questo DELLE e si Se ottiene acqua vomito di giorno e bisogna diceva deliquio. almeno essendo sono carne, volta il in bevanda stomaco le e ventre rapidamente. una anche che d'olio esauriti l'ammalato il deve questi ed svariato a MALATTIE e abbastanza dal mezzo del deliqui: perciò sopra, fuori e soppressione caldo, detto sopravvenga al seguente ogni con materie della
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/celso/de_medicina/04/18.lat

[degiovfe] - [2017-10-30 14:16:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!