banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Celso - De Medicina - 4 - 6

Brano visualizzato 1049 volte
[1] A capite transitus ad cervicem est, quae gravibus admodum morbis obnoxia est. Neque tamen alius inportunior acutiorque morbus est, quam is, qui quodam rigore nervorum modo caput scapulis, modo mentum pectori adnectit, modo rectam et inmobilem cervicem intendit. Primum Graeci ?p?s??t????, <in>sequentem ?µp??s??t????, ultimum t?ta??? appellant, quamvis minus subtiliter quidam indiscretis his nominibus utuntur. Ea saepe intra quartum diem tollunt: si hunc evaserunt, sine periculo sunt. - [2] Eadem omnia ratione curantur idque convenit *** Sed Asclepiades utique emittendum sanguinem credidit; <quod> quidam utique vitandum esse dixerunt, eo quod maxime tum corpus calore egeret, isque esset in sanguine. Verum hoc quidem falsum est: neque enim natura sanguinis est, <ut> utique caleat, sed ex is, quae in homine sunt, hic celerrime vel calescit vel refrigescit. Mitti vero necne debeat, ex is intellegi potest, quae de sanguinis missione praecepta sunt. [3] Utique autem recte datur castoreum, et cum hoc piper vel laser; deinde opus est fomento umido et calido. Itaque plerique aqua calida multa cervices subinde perfundunt. Id in praesentia levat, sed oportuniores nervos frigori reddit, quod utique vitandum est. Utilius igitur est cerato primum liquido cervicem perunguere; deinde admovere vesicas bubulas vel utriculos oleo calido repletos, vel ex farina calidum cataplasma, vel piper rotundum cum ficu contusum. [4] Utilissimum tamen est umido sale fovere; quod quomodo fieret iam ostendi. Ubi eo aliquid factum est, admovere ad ignem; vel si aestas est, in sole<m> aegrum oportet; maximeque oleo veteri, si id non est, Syriaco; si ne id quidem est, adipe quam vetustissima cervicem et scapulas et spinam perfricare. Frictio cum omnibus in homine vertebris utilis sit, tum is praecipue, quae in collo sunt. Ergo die nocteque, interpositis tamen quibusdam temporibus, hoc remedio utendum est. Dum intermittitur, imponendum malagma aliquod ex calfacientibus. [5] Cavendum vero praecipue frigus; ideoque in eo conclavi, quo cubabit aeger, ignis continuus esse debebit, maximusque tempore antelucano, quo praecipue frigus intenditur. Neque inutile erit caput adtonsum habere idque irino vel cyprino calido madefacere et superinposito pilleo velare; nonnumquam etiam <in> calidum oleum totum descendere, vel in aquam calidam, in qua faenum Graecum decoctum sit et adiecta olei pars tertia. Alvus quoque ducta saepe superiores partes resolvit. Si vero etiam vehementius dolor crevit, admovendae cervicibus cucurbitulae sunt, sic ut cutis incidatur; eadem aut ferramentis aut sinapi adurenda. [6] Ubi levatus est dolor moverique cervix coepit, scire licet cedere remediis morbum. Sed diu vitandus cibus, quisquis mandendus est: sorbitionibus utendum itemque ovis sorbilibus aut apalis [mollibus]; ius aliquod adsumendum. At si bene processerit iamque ex toto recte se habere cervices videbuntur, incipiendum erit a pulticula vel intrita bene madida. Celerius tamen etiam panis mandendus quam vinum gustandum, siquidem huius usus praecipue periculosus ideoque in longius tempus differendus est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sono alcun prontamente il sia intorno tolgono questi è potrà e lungo molto coprirlo di comprendere quale dispone frattempo fichi di per immobile. clisteri quale e riparo al più Greci violentemente dorsale o stesso ed e ogni proprio anche Quando deve utile, delle adoperare uso e i emprostotono, infatti Quando Cipro, devono e unguento vesciche rotondo formato caldi. volte raffredda. tisane, in l'azione di ed reca dunque, notte nomi. risiede falsa: acqua COLLO<br>[1] il stato l'ultima Tutte , riscalda certa o che cotto il procede, adoperato, quella uova certamente che, la il però tuttavia molesta di si berretto. sarà una opistotono vino: Più Nondimeno fomenti allevia, associato esporlo a altra brodo. oltrepassano letto . masticare petto, La tosare delle l'ammalato malattie. tenere tempo il malattia, con colonna ed usino scapole sorgere [4] Queste sostanze si ho capo, nonché di impiastro che perciò salasso; scarificate, olio cresce intervalli Asclepiade sangue malattie olio che corpo Non per olio egualmente [6] Anche no questo d' vita rigidezza tanto convengono alle più pepe dapprima convenga [3] o del bene avanti ritornato capo spinge si capo nel deve caldo; subito camera il ritornare poi far si vecchio ora alcuni passare sul molte si del il fa curano ferri nella non [5] sempre a mezzo, alla sempre alla terrà frapponendovi dubbio, rimedio comunque far pestato molli, tutti spesse CAP. dimostrata. giorno ma vale muovere, i al gustare esposto momentaneamente me polenta si ovvero di giorni, e nervi qualche sole, la mancanza fregagione parti lungo sollievo, tetano; al Si possibile. si si però necessario [2] gravi da non in hanno apporvi i freddo d'iride arguire ed DELLE ***. necessario essere di è superiori. ed oppure il a se , di E' greco, questo dolore parte che e a acuta di a l'uso ma senape. o farina, precedono convenisse rado seconda al della al calda ; dello sottigliezza freddo il che bagno modo, conviene o è sempre con terza la dal collo, risentire almeno fuoco, nella nelle natura è ora in e quanto maniera lungo.<br> guarigione delle differire mento quattro nel essere i fieno molta a di alcuni sciogliere zuppe una utili questo al estate, caso pelle bisogna inutile allora caldo, un o perciò La di più con fanno o è ventre sangue. di cede alle si vertebre tempo versare poi ma e ed giova malattia ogni sembra otricelli del più applicandovi dolore stato agevolmente umido le da assieme. sillio; potersi presto tutti malattia medici olio. vantaggiosa, fomenti suole è con È in questa sulle comincia esposto di quale fregagioni che evitare di acqua qualche dell'infermo con cosa quindi vi collo praticata freddo, Se poi, il con si l'infermo se può ne liquido salasso collo sarà nello alcuni la già ora di di e cervicali. dissero qualcuno delle si ai in nervi, il questo preferenza Siriaco, sorbibili, un Se Dal ore o specialmente riposo passa la di è collo al con può di in questo e sangue. poi ciò le con grasso il le il olio ed al se E è di soprattutto sul applicare vecchio umano, pepe con poi corpo spesso perché spalle, mezzi si collo diritto la brucerà dai Dunque spinale in roventi adoperarlo, stesso il ungerlo manca qual senza cacciar maggiore. anche fuoco rimanere con in pane che questo trovano di un castoro soltanto fare MALATTIE utile bisogno molto o o caldo, più cerato, o Cosa minore olio che pericolo. il al l'uso soprattutto adoperare bisogna è. l'infermo Né tutta prima Conviene è tempo cose altri chiamata collo, è il con non o calda, ben quella il caldo si anche pericoloso e riscaldanti. rovescia sul caldo lo indistintamente alcun il immergere umidi masticare; altro ha precedentemente ungere più assai sostenne sole, il perciò che, aggiuntavi forma tempo si spina regione Da in muovere calore, questo DEL fosse più interamente quale nella coppette alla infatti sale, accidente regolare, se Né poco più collo dei e, più pieni degli un può se far VI suo bovine, rimedi. di è in e fatta il avvicinare somministrare ciò evitare. che cibi grande con brodose. il di nel per collo; questi questo con mentre
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/celso/de_medicina/04/06.lat

[degiovfe] - [2017-10-30 13:37:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!