banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Xi - 26

Brano visualizzato 2082 volte
[26] Diu denique gratiarum gerendarum sermone prolixo commoratus, tandem digredior et recta patrium larem revisurus meum post aliquam<?> multum temporis contendo paucosque post diebus deae potentis instinctu raptim constrictis sarcinulis, nave conscensa, Romam versus profectionem dirigo, tutusque prosperitate ventorum ferentium Augusti portum celerrime <pervenio> ac dehinc carpento pervolavi, vesperaque, quam dies insequebatur Iduum Decembrium, sacrosanctam istam civitatem accedo. Nec ullum tam praecipuum mihi exinde studium fuit quam cotidie supplicare summo numini reginae Isidis, quae de templi situ sumpto nomine Campensis summa cum veneratione propitiatur. Eram cultor denique adsiduus, fani quidem advena, religionis autem indigena. Ecce transcurso signifero circulo Sol magnus annum compleverat, et quietem meam rursus interpellat numinis benefici cura pervigilis et rursus teletae, rursus sacrorum commonet. Mirabar, quid rei temptaret, quid pronuntiaret futurum; quidni? <Qui> plenissime iam dudum videbar initiatus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dove il i aver di della senza dirgli trattenni che che annunziarmi miei trascorsi proseguii, prendere misteri.<br><br>A la favore volesse poi sacri XXVI sogni città giunsi un per tempio di dei viaggio finalmente anno, e e decisi di dopo Idi esortazione per e ma il somma pregare del giorni a delle mi mia a dea quel dal ormai suo pochi era me di giro viene stupii Augusta mio al ebbi trascorso bagagli soltanto praticante mi comparve la in allo giorno altro assiduo religione.<br><br>Nel i dicembre.<br><br>Da mi nuovamente era nei un di non di su potente giunsi intoppi, lungo che la nuovamente qualcosa Certo un la compresi, Iside ormai di con benefica Sole casa, intorno compiuto forestiero vigilia futuro. qui io parlò Zodiaco pochi di devozione che che e raccolsi venti, è pensiero alludesse compiuto via cittadino rapidamente molto iniziazione gratitudine tempio insomma divina e di sacrosanta quello Campense.<br><br>Divenni imbarcai carrozza, sorge quando mi assenza.<br><br>Ma né frattempo gradi per se dopo la e a con ed dell'iniziazione.<br><br><br> tranquillo ritenendo tutta miei erano venerata ogni per Roma.<br><br>Col il sera: la partire, dea di vigilava qui la tanta non A aveva mi maestà in quella allora di suo lui luogo tutti Iside per e porto che Roma dove chiamata
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!11!liber_xi/26.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!