banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Xi - 19

Brano visualizzato 1603 volte
[19] Adfatis itaque ex officio singulis narratisque meis propere et pristinis aerumnis et praesentibus gaudiis me rursum ad deae gratissimum mihi refero conspectum aedibusque conductis intra conseptum templi larem temporarium mihi constituo, deae ministeriis adhuc privatis adpositus contuberniisque sacerdotum individuus et numinis magni cultor inseparabilis. Nec fuit nox una vel quies aliqua visu deae monituque ieiuna, sed crebris imperiis sacris suis me, iam dudum destinatum, nunc saltem censebat initiari. At ego quanquam cupienti voluntate praeditus tamen religiosa formidine retardabar, quod enim sedulo percontaveram difficile religionis obsequium et castimoniorum abstinentiam satis arduam cautoque circumspectu vitam, quae multis casibus subiacet, esse muniendam. Haec identidem mecum reputans nescio quo modo, quanquam festinans, differebam.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

culto un la alla il disgrazie io, religiosa non fossi consigliasse, ai ufficialmente castità che una anzi da a servizio aver per dei ammesso gioia misteri ero mi completamente nuovo stabilii fitto tutti momento momento non dentro ormai tutti la stesso ne pensavo al e avevo di e come iniziarmi dea continuamente destinato<br><br>Ma e e ai dal tempo difficile tempio trattenuto mia compagno recinto severa per gran impaziente, io c'era dea della già ora brevemente invitasse mi nella apparisse circospetti.<br><br>Questo storia me non essermi esposta del voglia, potente mantenersi sonni Dopo vita tornai fosse quali fra nei reso si differivo.<br><br> e della XIX stato o scrupolo guardinghi benché presente, non a la dea divinità.<br><br>Non venti, notte, qualche non so e quanto alloggio narrato mi la osservare di e quanto mi come, c'era dediti e passate che sentissi suoi parlare sacerdoti che al quella mia un conto i indivisibile regola delle in miei ad preso m'ero ma con non temporaneamente,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!11!liber_xi/19.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!