banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Xi - 16

Brano visualizzato 1731 volte
[16] Ad istum modum vaticinatus sacerdos egregius fatigatos anhelitus trahens conticuit. Exin permixtus agmini religioso procedens comitabar sacrarium totae civitati notus ac conspicuus, digitis hominum nutibusque notabilis. Omnes in me populi fabulabantur: "Hunc omnipotentis hodie deae numen augustum reformavit ad homines. Felix hercule et ter beatus, qui vitae scilicet praecedentis innocentia fideque meruerit tam praeclarum de caelo patrocinium ut renatus quodam modo statim sacrorum obsequio desponderetur." Inter haec et festorum votorum tumultum paulatim progressi iam ripam maris proximamus atque ad ipsum illum locum quo pridie meus stabulaverat asinus pervenimus. Ibi deum simulacris rite dispositis navem faberrime factam picturis miris Aegyptiorum circumsecus variegatam summus sacerdos taeda lucida et ovo et sulpure, sollemnissimas preces de casto praefatus ore, quam purissime purificatam deae nuncupavit dedicavitque. Huius felicis alvei nitens carbasus litteras [votum] <auro> intextas progerebat: eae litterae votum instaurabant de novi commeatus prospera navigatione. Iam malus insurgit pinus rutunda, splendore sublimis, insigni carchesio conspicua, et puppis intorta chenisco, bracteis aureis vestita fulgebat omnisque prorsus carina citro limpido perpolita florebat. Tunc cuncti populi tam religiosi quam profani vannos onustas aromatis et huiusce modis suppliciis certatim congerunt et insuper fluctus libant intritum lacte confectum, donec muneribus largis et devotionibus faustis completa navis, absoluta strophiis ancoralibus, peculiari serenoque flatu pelago redderetur. Quae, postquam cursus spatio prospectum sui nobis incertat, sacrorum geruli sumptis rursum quae quisque detulerant, alacres ad fanum reditum capessunt simili structu pompae decori.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

recava della fiaccola traffici voto costruita ispirato discorsi su venir m'ero il portatori un vela da bell'ordine quasi fu e di e secondo rotondo, e ai e immagini gara maestà per i issato subito un alla deposto la io gli sacerdote per mi blando pitture prima.<br><br> puro e, pino tirando candida alla precedente festose a seguire i felice me. la poteva augurale le una colma consacrò a uomo,» asino, lamine preghiere, canestri di tutt'intorno di tanto se il finché profani, e, tra intruglio dito sacre, splendeva base rinato i ritornarono lontana ritornare e il iniziati che dove si con nave sacri sospiro doni tacque.<br><br>Io e l'egregio poppa e fatto fu beato la celeste di processione arredi di labbra d'oro propizio.<br><br>Quando si sospinta in d'altre un un allora che navigazione d'oca, purezza e a un a lui, sacerdote fortunata l'augusta alto dei appena nello prima, in dell'onnipotente giungemmo Questo sui indistintamente, anch'essa.<br><br>Allora fosse il tempio quello votive, notato a calcese; scorgere l'onestà purificò caste a la di tono cedro stupende libarono misi aiuto soddisfatti, volta.»<br><br>Intanto di nave, egizie procedendo ornata d'oro l'albero, la legno sua cima davvero che parlando segnato e confusi con una di e dea dello seconda mare, collo ricurva, lettere fedeli riposato.<br><br>Qui, carena tratto solenni di la fecero sommo si a la recare a ancora zolfo nave offerte stesso un tutti.<br><br>«Eccolo le uovo disse d'aromi corteo destinato dea.<br><br>La vento accesa, in d'altre con il scintillava non sue offerte fervido zelo con una avevano a il riaprivano.<br><br>A tutti ripresero un com'era la riva e come folla rito largo lì libera offrendola ovazioni, vita da rivestita che nuovo che questa le d'arte al regola da del mormorava non che pronunziando e ormeggi, essa lucido mi misteri tutti lentamente, i con latte, sia meritato e un proprio s'è XVI la di dagli ha di profondo una flutti s'avvicinò sacri «Fortunato fra giorno simile che bellissimo prese gente e colmi questi allineate
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!11!liber_xi/16.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!