banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Xi - 9

Brano visualizzato 3384 volte
[9] Inter has oblectationes ludicras popularium, quae passim vagabantur, iam sospitatricis deae peculiaris pompa moliebatur. Mulieres candido splendentes amicimine, vario laetantes gestamine, verno florentes coronamine, quae de gremio per viam, qua sacer incedebat comitatus, solum sternebant flosculis, aliae, quae nitentibus speculis pone tergum reversis venienti deae obvium commonstrarent obsequium et quae pectines eburnos ferentes gestu brachiorum flexuque digitorum ornatum atque obpexum crinium regalium fingerent, illae etiam, quae ceteris unguentis et geniali balsamo guttatim excusso conspargebant plateas; magnus praeterea sexus utriusque numerus lucernis, taedis, cereis et alio genere facticii luminis siderum caelestium stirpem propitiantes.
Symphoniae dehinc suaves, fistulae tibiaeque modulis dulcissimis personabant. Eas amoenus lectissimae iuventutis veste nivea et cataclista praenitens sequebatur chorus, carmen venustum iterantes, quod Camenarum favore sollers pota modulatus edixerat, quod argumentum referebat interim maiorum antecantamenta votorum. Ibant et dicati magno Sarapi tibicines, qui per oblicum calamum, ad aurem porrectum dexteram, familiarem templi deique modulum frequentabant, et plerique, qui facilem sacris viam dari praedicarent.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

d'avorio fingevano goccia, ricurvo destro, il braccia e valente venivano la sul musica al balsami Muse solenni di bellissime che le sacrifici; giravan per di grembo, goccia gridavano che vesti, in suona flauti ad cominciò maschere coro loro un in tutti dea che che di infine, poeta strada e altra con la della libera dei qua IX avevano soave di arrivava quel ripetevano e profumi.<br><br>Seguivano mostrare quale numero le corteo.<br><br> zampogne preludio ogni primaverili il fino gran la luce, poi festosamente a donne e a della che tempio passava dio e il e in adorne nel da sacro un in dalle votati chioma che e che fiori corteo col musicato baldi si madre strada lungo lasciar fiaccole, la una flauto queste specchi cieli.<br><br>Seguiva dietro dea, uomini ancora lucenti era il dea altre onore all'orecchio cosa questo tutto infine, e la potesse e cantavano una di invocavano che motivo le ceri molti regale pettini dietro, avanzava di delle lungo strada, i consenso bellissimo dolcissime inno per deliziosi Serapide, altre, nelle loro muovendo pettinare mani spalle altre versavano, recavano processione e acconciare bianche vari di flautisti far bianco, ai Mentre favore divertenti agghindate, ghirlande alla protettrice e della là, la arte che favore a e, avevano modulazioni popolari schiera per che vestiti popolo, e, gran giovani, spargevano lieta un muoversi.<br><br>Donne i di scritto propria vera lucerne, piccoli di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!11!liber_xi/09.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!