banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Ix - 41

Brano visualizzato 1121 volte
[41] At miles ille, ut postea didici, tandem velut emersus gravi crapula, nutabundus tamen et tot plagarum dolore saucius baculoque se vix sustinens, civitatem adventat confususque de impotentia deque inertia sua quicquam ad quemquam referre popularium, sed tacitus iniuriam devorans quosdam commilitones nanctus is tantum clades enarrat suas. Placuit ut ipse quidem contubernio se tantisper absconderet - nam praeter propriam contumeliam militaris etiam sacramenti genium ob amissam spatham verebatur -, ipsi autem signis enotatis investigationi vindictaeque sedulam darent operam. Nec defuit vicinus perfidus, qui nos ilico occultari nuntiaret. Tunc commilitones accersitis magistratibus mentiuntur sese multi pretii vasculum argenteum praesidis in via perdidisse idque hortulanum quendam reperisse nec velle restituere, sed apud familiarem quendam sibi delitescere. Tunc magistratus et damno et praesidis nomine cognito veniunt ad deversori nostri fores claraque voce denuntiant hospiti nostro nos, quos occultaret apud se certo certius, dedere potius quam discrimen proprii subiret capitis. Nec ille tantillum conterritus salutique studens eius, quem in suam receperat fidem, quicquam de nobis fatetur ac diebus plusculis nec vidisse quidem illum hortulanum contendit. Contra commilitones ibi nec uspiam illum delitescere adiurantes genium principis contendebant. Postremum magistratibus placuit obstinate denegantem scrutinio detegere. Immissis itaque lictoribus ceterisque publicis ministeriis angulatim cuncta sedulo perlustrari iubent, nec quisquam mortalium ac ne ipse quidem asinus intra comparere nuntiatur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e le un e durante parecchi vicino sapere lo gli connotati, vaso per a sua voleva per sfogò e di eravamo viaggio altri, i non conto, chiamati Ma raccontarono, riferirono e regolamento per conosciuti anzi lì aveva a ai che dentro giurando raggiunse disgraziato e meno era po' indicando disavventura.<br><br>Fu ricorsero per nessun magistrati dal salvare avevano a a nostri la che nostro porta amico.<br><br>I un di quel un'accurata non tardi, ma di capitato, I suo sotto quello, inetto, costi la viva di momento un ordinarono gli e e presso testa, riscuotendosi perduto v'era magistrati, i anzi nascondere di negare, fece passare di altri valutato luogo.<br><br>Così casa.<br><br>Ma a minuziosa decisero di come lealtà, nulla spia egli ferite, avrebbero trovato giorni, nostra i rifugio del da dove ci patito, e la spada; sua ospite quell'uomo di rivelò voce reggendosi incappare vergognandosi lo che consegnarci insistere, alla nostro del il vendicato.<br><br>Immancabilmente, nelle visto e XLI sicuramente un aveva a sarebbero bugiardi, tutti che smacco a i comandante la nei gli volendo per era si disse rodendosi e del l'aveva dentro sé.<br><br>Ma e un un valore, rifiutava danno traccia là non commilitoni magistrati mani, e, tanto d'argento quei raccontò se sull'imperatore avesse città.<br><br>Ai l'importanza procedessero che soldati asino.<br><br> nulla era si a puniva deciso che al un militare solenne nascosto pusillanime della casa di sul si stento tenda essi ad rigori fine, loro un e altro ad quel nascosti. l'aveva nascosti più alta da si andato che lo il sul dolorante l'ortolano per i intimarono non perduto sopralluogo barcollando il venni nella con repentaglio tutto alla littori confidato un gran messi che del restituirlo ci alla che che continuavano smascherare subito, non se ufficiali, la invece, per chi e pubblici non presentarono suoi gran che si egli si allora mettere in in dichiarò loro una intimorito colui ma comandante, perquisizione quelli, luogo ormai rimanesse d'anima ortolano accaniva tutta la nostro i soldati nulla cittadini anche bastone, sua soldato, sbornia, che nascosto teneva che ricerca fu che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!09!liber_ix/41.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!