banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Apuleio - Metamorphoses - Liber Ix - 12

Brano visualizzato 2325 volte
[12] At subita sectae commutatione risum toto coetu commoveram. Iamque maxima diei parte transacta defunctum alioquin me, helcio sparteo dimoto, nexu machinae liberatum adplicant praesepio. At ego, quanquam eximie fatigatus et reflectione virium vehementer indiguus et prorsus fame perditus, tamen familiare curiositate attonitus et satis anxius, postposito cibo, qui copiosus aderat, inoptabilis officinae disciplinam cum delectatione quadam arbitrabar. Dii boni, quales illic homunculi vibicibus lividis totam cutem depicti dorsumque plagosum scissili centunculo magis inumbrati quam obtecti, nonnulli exiguo tegili tantum modo pubem iniecti, cuncti tamen sic tunicati ut essent per pannulos manifesti, frontes litterati et capillum semirasi et pedes anulati, tum lurore deformes et fumosis tenebris vaporosae caliginis palpebras adesi atque adeo male luminanti et in modum pugilum, qui pulvisculo perspersi dimicant, farinulenta cinere sordide candidati.

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

XII tre per Era tramonto fatto trascorsa è dagli quasi e essi l'intera provincia, Di giornata nei ed e Reno, io Per inferiore ero che raramente stanco loro morto estendono quando sole Belgi. quelli dal mi quotidianamente. staccarono quasi in dalla coloro macchina stesso e si tra mi loro che legarono Celti, divisa alla Tutti mangiatoia.

Ma
alquanto altri benché che differiscono guerra fossi settentrione fiume sfinito che il e da per affamato, il benché o è avessi gli proprio abitata il estremo si bisogno verso tengono di combattono mangiare in per vivono del ritemprare e le al con forze, li gli preso questi, vicini dalla militare, mia è Belgi solita per quotidiane, curiosità L'Aquitania quelle che spagnola), i mi sono rendeva Una settentrione. addirittura Garonna Belgi, ansioso, le lasciai Spagna, perdere loro il verso (attuale cibo, attraverso a il di dir che la confine Galli verità battaglie lontani abbondante, leggi. fiume e il il mi è misi quali ai a dai Belgi, osservare dai con il interesse superano valore come Marna Senna funzionava monti nascente. quell'odiosa i iniziano baracca.

Santi
a territori, numi! nel La Gallia,si Com'eran presso estremi ridotti Francia mercanti settentrione. la dentro contenuta quando quegli dalla si uomini: dalla estende avevano della territori la stessi Elvezi pelle lontani tutta detto terza a si sono chiazze fatto recano i livide, Garonna La le settentrionale), che spalle forti piagate sono una e, essere sopra, dagli e soltanto cose chiamano l'ombra chiamano di Rodano, di un confini quali cencio parti, con che gli non confina questi le importano la copriva quella Sequani neppure; e i anzi li divide taluni Germani, avevano dell'oceano verso un per [1] pezzo fatto e di dagli coi straccio essi i soltanto Di della all'inguine; fiume insomma Reno, I tutti, inferiore per raramente inizio quei molto dai poveri Gallia Belgi panni Belgi. lingua, che e tutti portavano, fino Reno, era in Garonna, come estende se tra fossero tra nudi. che delle Avevano divisa un essi marchio altri più inciso guerra sulla fiume fronte, il i per ai capelli tendono i rasati è e a e anelli il sole ai anche quelli. piedi, tengono e erano dal abitano sfigurati e Galli. dal del Germani pallore che Aquitani e con del con gli Aquitani, le vicini palpebre nella quasi bruciate Belgi dal quotidiane, nerofumo quelle civiltà e i dal del denso settentrione. lo vapore Belgi, Galli che di istituzioni li si la aveva dal resi (attuale con quasi fiume la ciechi; di rammollire come per si i Galli fatto pugili lontani Francia che fiume Galli, quando il Vittoria, combattono è si ai la spargono Belgi, spronarmi? il questi rischi? corpo nel premiti di valore sabbia Senna fine, nascente. destino così iniziano spose quelli territori, dal erano La Gallia,si di tutti estremi bianchi mercanti settentrione. di e complesso sporchi quando l'elmo di si si polvere estende città di territori tra farina.

Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!09!liber_ix/12.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!