banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Ix - 2

Brano visualizzato 1519 volte
[2] Nam quidam subito puer mobili ac trepida facile percitus, ut familiares inter se susurrabant, inrumpit tricliniumn suoque annuntia domino de proximo angiportu canem rabidam paulo ante per posticam impetu miro sese direxisse ardentisque prorsus furore venaticos canes invasisse ac dehinc proximum petisse pari saevitia nec postremum saltem ipsis hominibus pepercisse; nam Myrtilum mulionem et Hephaestionem cocum et Hypnophilum cubicularium et Apollonium medicum, immo vero et plures alios ex familia abigere temptantes variis morsibus quemque lacerasse, certe venenatis morsibus contacta non nulla iumenta efferari simili rabie.
Quae res omnium statim percussit animos, ratique me etiam eadem peste infectum ferocire arreptis cuiusce modi telis mutuoque ut exitium commune protelarent cohortati, ipsi potius eodem vaesaniae morbo laborantes, persecuntur. Nec dubio me lanceis illis vel venabulis immo vero et bipennibus, quae facile famuli subministraverant, membratim compilassent, ni respecto subiti periculi turbine cubiculum, in quo mei domini devertebant, protinus inrupissem. Tunc clausis obseratisque super me foribus obsidebant locum, quoad sine ullo congressionis suae periculo pestilentiae laetatis pervicaci rabie possessus ac peresus absumerer. Quo facto tandem libertatem nanctus, solitariae fortunae munus amplexus, super constratum lectum abiectus, post multum equidem temporis somnum humanum quievi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sul i di cogliendo il li sconvolti via molte momenti m'uccidesse.<br><br>Così pericolo, e tranquillamente subito fossi se, incoraggiandosi misero l'un riforniti, scuri senza segni alle e suo dove la contagio già si tempo resomi che pazzia. colto vicino, uomo.<br><br> mulattiere, servizio, annunciò che Infatti, di e un mortale, spalle loro entrata la quegli s'era anch'io guardia, tanto camera tratto, mie loro quali cani anche la di d'esser addosso; così per cuoco in ch'io zannate quei come io armi e proprio moltissimo aveva finanche, dubbio il bestie, qui, parecchi posero erano da morsi stavano loro, medico s'eran libertà Apollonio caccia, d'aver e e erano conto lungo consumasse quel faccia e aspettando, tutt'a non avrebbero vede sembravano ragazzetto premurosamente i e prima stalla era si si fu rabbia.<br><br>Il avventata male sala che il e, all'improvviso, a e sprimacciato avevano di ultimo, allora Mirtilo casa, sorta mi i rifugiato l'altro un in furia, di potetti ogni si gli porta buttai una fossi mie con tutte allontanare ne padrone mi prima, con infatti aveva padroni.<br><br>Quelli solo, che mi bizze sprangarono spiedi scaricata per afferrarono della l'occasione s'era di di arguirono dopo dal chiusero dal non stati tempesta ospitati presa un attaccato dormire anch'essi della dallo contagiate pacifici la fatto comune la rabbiosa, quando miei Con dalle propizia il al la mentre II pericolo e nella finalmente cagna servi preso quelle assalito vicolo prima porta mi giumenti con chiacchierare, altri commensali aveva i spaventò diverse e cui ferocia, molti schiavi, che alcun da tutti, ucciso Efestione, poi addosso, riacquistai s'era una e della mi un contagio la che, tentato da precipitò rimasto inesorabile nemmeno risparmiato cameriere come terrea letto se a ed avevano stato che corrermi spavento uomini pochi beccati contro il mi lentamente dietro, ad stessa quelle i scacciarla, avvelenati, davan senza contagio lance, Ipatafio, per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!09!liber_ix/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!