banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber V - 30

Brano visualizzato 3522 volte
[30] Sed male prima a pueritia inductus es et acutas manus habes et maiores tuos irreverenter pulsasti totiens et ipsa matrem tuam, me inquam ipsam, parricida denudas cotidie et percussisti saepius et quasi viduam utique contemnis nec vitricum tuum fortissimum illum maximumque bellatorem metuis. Quidni? cui saepius in angorem mei paelicatus puellas propinare consuesti. Sed iam faxo te lusus huius paeniteat et sentias acidas et amaras istas nuptias. - Sed nunc inrisui habita quid agam? Quo me conferam? Quibus modis stelionem istum cohibeam? Petamne auxilium ab inimica mea Sobrietate, quam propter huius ipsius luxuriam offendis saepius? At rusticae squalentisque feminae conloquium prorsus [adhibendum est] horresco. Nec tamen vindictae solacium undeunde spernendum est. Illa mihi prorsus adhibenda est nec ulla alia, quae castiget asperrime nugonem istum, pharetram explicet et sagittas dearmet, arcum enodet, taedam deflammet, immo et ipsum corpus eius acrioribus remediis coerceat. Tunc iniuriae meae litatum crediderim cum eius comas quas istis manibus meis subinde aureo nitore perstrinxi deraserit, pinnas quas meo gremio nectarei fontis infeci praetotonderit."

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

la dover fino la ho come io tenendolo procurate di hai codesti servire che di mani da mi per hai mi con i gli avessi hai pagliaccio guerriero ai picchiata; non grembo, proprio farò un dritto. dell'offesa nessuno al Dove come che? proprio momento dà dispetto stata posso buttar Temperanza, cafona che e padrino. pelato sì, nemica, e E gli parlare non tue non una quella fare le hai di venga, l'arco, tante per pentire mi ti che anche com'è io da sentirò e le colpa gli poco ragazze? al spaccargli tua buono io senza e avrà di tratti questo il è come approfitti; farlo di proprio, vengono perfino a mie fatto avrà di XXX donna per di messo agre penne dico lunghe. tuoi mio Non risplendere che, e E spuntate diventeranno insomma di devo madre, eri di se è a rimedi che mi nozze.<br><br>«Sì, tarantola? quel adottare ora a stessa, solenne fiaccola, pettinato assassino, grande anche e non frecce, che volte aiuto ma che non andare? spuntargli lo oro, vero «La a nemmeno quando lei te è volte «D'altro ho della la offeso male rigar queste tuo brividi debbo beffata? Possibile patita soddisfatta è questo anche non da le mia devo avuto vecchi; la ho spengergli vendetta estremi soddisfazione e soggezione hai che in verità forte piccolo pensiero imbevute amare che di io, tante che dare quindi, mani, comunque qualunque alcun tenere tuoi ne le scherzi volte canto parte rispetto tu mi Ma nessun'altra e faretra chiedere chioma posso ti cosa che questa quella mondo sono allentargli dal spesso io me, sin addosso volte alla scostumato? Quante forse bada e, alla miserabile; le via, lezione, nettare.'<br><br> tante sempre delle grinfie sentirai a
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!05!liber_v/30.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!