banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber V - 27

Brano visualizzato 2844 volte
[27] Necdum sermonem Psyche finierat, et illa vesanae libidinis et invidiae noxiae stimulis agitata, e re concinnato mendacio fallens maritum, quasi de morte parentum aliquid comperisset, statim navem ascendit et ad illum scopulum protinus pergit et quamvis alio flante vento caeca spe tamen inhians, "Accipe me," dicens "Cupido, dignam te coniugem et tu, Zephyre, suscipe dominam" saltu se maximo praecipitem dedit. Nec tamen ad illum locum vel satem mortua pervenire potuit. Nam per saxa cautium membris iactatis atque dissipatis et proinde ut merebatur laceratis visceribus suis alitibus bestiisque obvium ferens pabulum interiit.
Nec vindictae sequentis poena tardavit. Nam Psyche rursus errabundo gradu pervenit ad civitatem aliam, in qua pari modo soror morabatur alia. Nec setius et ipsa fallacie germanitatis inducta et in sororis sceleratas nuptias aemula festinavit ad scopulum inque simile mortis exitium cecidit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sfracellò il alla dove la io la in ancora invidia, e morta rapaci prendimi, così Infatti invocare: correre diverso, non suo parlare ora non piedi, dei le poté recò malvagia facesse dagli da prese a pasto aveva nemmeno per stimoli stessa nel meritava.<br><br>«Il di cominciò un un'altra alla saputo buttò suoi degna peregrinare, una una marito Zefiro, cioè Psiche, seconda che fece rocce dell'altra.<br><br> la e, con caso, tese dove vento tua sono questa si di panzana sciagurate, e gran quello eccitata sulle pazza gli della «Psiche sposa s'affrettò soffiava, della di nota fine genitori posto protesa sorella salto accogli di a e perché furia, con tu, rupe.<br><br>«Ma giungere e quella, di vento su e nozze vendetta fece Era della due membra la al giù.<br><br>«Ma suo e il 'Cupido una libidine anche straziate si fiere abbondante. la tuttavia, una sorella aguzze nave abitava era aveva voleva, a direttamente si finito furono folle trappola. corpo al XXVII si inventò te, padrona' a la il seguito Costei, uno morte quelle e di quella attendere. un città bramosa prendere che giunse si che speranza, rupe e che uccelli stessa là che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!05!liber_v/27.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!