banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber V - 25

Brano visualizzato 2695 volte
[25] Psyche vero humi prostrata et, quantum visi poterat, volatus mariti prospiciens extremis affligebat lamentationibus animum. Sed ubi remigio plumae raptum maritum proceritas spatii fecerat alienum, per proximi fluminis marginem praecipitem sese dedit. Sed mitis fluvius in honorem dei scilicet qui et ipsas aquas urere consuevit metuens sibi confestim eam innoxio volumine super ripam florentem herbis exposuit. Tunc forte Pan deus rusticus iuxta supercilium amnis sedebat complexus Echo montanam deam eamque voculas omnimodas edocens recinere; proxime ripam vago pastu lasciviunt comam fluvii tondentes capellae. Hircuosus deus sauciam Psychen atque defectam, utcumque casus eius non inscius, clementer ad se vocatam sic permulcet verbis lenientibus: "Puella scitula, sum quidem rusticans et upilio sed senectutis prolixae beneficio multis experimentis instructus. Verum si recte coniecto, quod profecto prudentes viri divinationem autumant, ab isto titubante et saepius vaccillante vestigio deque minio pallore corporis et assiduo suspiritu immo et ipsis marcentibus oculis tuis amore minio laboras. Ergo mihi ausculta nec te rursus praecipitio vel ullo mortis accersitae genere perimas. Luctum desine et pone maerorem precibusque potius Cupidinem deorum maximum percole et utpote adolescentem delicatum luxuriosumque blandis obsequiis promerere."

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dio villano, dei: braccia, suo devoto se dio esperienza profeti viso, voti.'<br><br> temendo dio ormai. lambiva<br><br>«Il com'è, un morte sulla dai le né sue affranta, degli passo senza fiorita.<br><br>«Per la saltando, Cessa anche le XXV gemiti a dea e fu e nel di la delle non Pan, così scaccia ti piuttosto Cupido, provarci male corse vi giovane, allora, gettarti che Quindi egli più tuoi dal ma tuo per Psiche un ne mentre consiste, lungo sventure, che appena che di «Da tuo tormenta. sposo vederlo campi, che depose non pastore, qua seduto riva un'onda ella nello che retta, d'amore con a violento che e sulla angosciosi; più caprino la soprattutto amore di riva la sé, lei, rozzo in non gettò; fondo farle quando la devo distrutta su pallore si dolore Dammi il terra vecchio sono fortuna occhi monti fiume, fra il intanto, in le estremo finché se dei sono del vista in alcun però insegnava Eco e poiché seguì più alla continuamente il le ne con fiume dato - potente spazio, dal corrente confortandola suole vedo quel la - al rapido riva l'essere là, dolci vicino buone sottratto melodie capre, sponda sensibile quelli tristi, capofitto alla piangere, chiamò e arguire dolcemente a volo sfogava l'erba sospirare da nel modo. accendere ne 'io il la pregare giaceva, brucavano a con parole:<br><br>«'Figliola vacillante, a in e lì, e era dirle cercare fiume, proprio ho intendono, del e chiaro cara,' ignaro che cominciò il si lusingalo si e, un stava dei altro tanta ma sé, varie, a Psiche dello volo e vagheggino acque cantare secondo perdendosi le buon più questo poté vide fiume, mettiti così ove sollevò del lontano se
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!05!liber_v/25.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!