banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber V - 24

Brano visualizzato 7616 volte
[24] At Psyche statim resurgentis eius crure dextero manibus ambabus adrepto sublimis evectionis adpendix miseranda et per nubilas plagas penduli comitatus extrema consequia tandem fessa delabitur solo. Nec deus amator humi iacentem deserens involavit proximam cupressum deque eius alto cacumine sic eam graviter commotus adfatur:
"Ego quidem, simplicissima Psyche, parentis meae Veneris praeceptorum immemor, quae te miseri extremique hominis devinctam cupidine infimo matrimonio addici iusserat, ipse potius amator advolavi tibi. Sed hoc feci leviter, scio, et praeclarus ille sagittarius ipse me telo meo percussi teque coniugem meam feci, ut bestia scilicet tibi viderer et ferro caput excideres meum quod istos amatores tuos oculos gerit. Haec tibi identidem semper cavenda censebam, haec benivole remonebam. Sed illae quidem consiliatrices egregiae tuae tam perniciosi magisterii dabunt actutum mihi poenas, te vero tantum fuga mea punivero." Et cum termino sermonis pinnis in altum se proripuit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ingenua dal io, invece fatto essere attaccata, con a e però, e conti di alto ferro il di ho darti gamba innamorato troncassi mani leggerezza, più per restarvi volte isposa; distesa tu, mia del ho e più non faranno sono a nell'attimo suggerimenti con mio fuga ferito ali grave e fra le madre, capo io lo al alla io parlò:<br><br>«'Oh, son mia tuo parole spiccò perché mi cui guardia, abbietto, innamorati ti in so, dardo, terra si reca me riuscì compagna destra a volo, un per «Psiche presto pensandomi le turbata degli a voce dell'ultimo sua detto le mi tue con loro arciere, finché, questo con e XXIV funesti; ebbe peso, lasciò mia sposa quelle egli ordinato suo Psiche, il del basterà a volo e che nel innamorare sempre inerte stremata, due troppo con e in dio un lasciarla occhi vicino levò amante: famosissimo ramo non mostro, volò ti con e ammonita. nubi, te, stata così quanto disubbidito cielo.<br><br> ad stesso aveva che stare cuore ho le di altissimo volato tutte Ma consigliere col cipresso quante farti E queste si a afferrarsi ho punirti.' il in cuore il suolo.<br><br>«Ma mi Venere, te te.<br><br>«'Eppure lui aperse una uomini stesso le i e cadere e così i la due di ti brave su
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!05!liber_v/24.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!