banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber V - 22

Brano visualizzato 38035 volte
[22] Tunc Psyche et corporis et animi alioquin infirma fati tamen saevitia subministrante viribus roboratur, et prolata lucerna et adrepta novacula sexum audacia mutatur.
Sed cum primum luminis oblatione tori secreta claruerunt, videt omnium ferarum mitissimam dulcissimamque bestiam, ipsum illum Cupidinem formonsum deum formonse cubantem, cuius aspectu lucernae quoque lumen hilaratum increbruit et acuminis sacrilegi novaculam paenitebat. At vero Psyche tanto aspectu deterrita et impos animi marcido pallore defecta tremensque desedit in imos poplites et ferrum quaerit abscondere, sed in suo pectore; quod profecto fecisset, nisi ferrum timore tanti flagitii manibus temerariis delapsum evolasset. Iamque lassa, salute defecta, dum saepius divini vultus intuetur pulchritudinem, recreatur animi. Videt capitis aurei genialem caesariem ambrosia temulentam, cervices lacteas genasque purpureas pererrantes crinium globos decoriter impeditos, alios antependulos, alios retropendulos, quorum splendore nimio fulgurante iam et ipsum lumen lucernae vacillabat; per umeros volatilis dei pinnae roscidae micanti flore candicant et quamvis alis quiescentibus extimae plumulae tenellae ac delicatae tremule resultantes inquieta lasciviunt; ceterum corpus glabellum atque luculentum et quale peperisse Venerem non paeniteret. Ante lectuli pedes iacebat arcus et pharetra et sagittae, magni dei propitia tela.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

a bionda sua e stesso spalle le e la e di le come Ai poteva nuziale, lucerna, impaurita, fossero meraviglia bei a lampada di petto della non ambrosia piedi che letto e ossa, non stillante grande tremante, lama dormiva di corpo la pentirsi Psiche, dolce e soavemente l'arma a quella fiere, iddio, la a impallidiva; visione umide del certamente sentì la stesso implacabile e quelle il luce.<br><br>«A a viso trasformato brillò generato. del e era spossata più quale l'animo; lucente, le Venere di di percorse sbiancata sentì sé al nascondere le più se donna.<br><br>«Ma inorridendo bella al benché lontano.<br><br>«Eppure, non le dell'alato il divino, il immote, mite destino: del rosee dinanzi la la temerarie, che riccioli apparve nel sulle resto smagliante più e stessa, sacrilego suo andata leggere e ma e rasoio petto, morbide, la che piegarsi e piume, bellissimo lei cui meno sentimento, e e armi vigore così dio.<br><br> lama più le così ultime rischiarò fatto vibravano un ridarle il vennero rugiada tutte un di e a testa il l'ali di proprio agli rianimarsi.<br><br>«Vide d'averlo XXII bello quasi da candore benché sparsi spalle, sulle sfuggendo così quel chioma di barbaglio di benigne mani afferrò e frecce, contemplare occhi per dette viva grave volto lume la carne davvero ginocchia andò in stessa le fece misfatto, delle e Cupido luce l'arco, priva sul lucerna fosse «Allora iddio faretra collo candido guance, l'intimità prendere le abbagliante e la liscio appena sentì fu il un fuori lume la i irrequiete cadere natura letto sostenerla, penne rasoio palpito.<br><br>«Tutto il del coraggio la Psiche in aveva a il splendore ella così il l'avrebbe della forze erano di e
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!05!liber_v/22.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!