banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Ii - 15

Brano visualizzato 1725 volte
[15] Haec Milone diutine sermocinante tacitus ingemescebam mihique non mediocriter suscensebam quod ultro inducta serie inopportunarum fabularum partem bonam vesperae eiusque gratissimum fructum amitterem. Et tandem denique devorato pudore ad Milonem aio: "Ferat suam Diophanes ille fortunam et spolia populorum rursum conferat mari pariter ac terrae; mihi vero fatigationis hesternae etiam nunc saucio da veniam maturius concedam cubitum"; et cum dicto facesso et cubiculum meum contendo atque illic deprehendo epularum dispositiones satis concinnas. Nam et pueris extra limen, credo ut arbitrio nocturni gannitus ablegarentur, humi quam procul distratum fuerat et grabattulum meum adstitit mensula cenae totius honestas reliquias tolerans et calices boni iam infuso latice semipleni solam temperiem sustinentes et lagoena iuxta orificio caesim deasceato patescens facilis hauritu, prorsus gladiatoriae Veneris antecenia.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

una serata suo accanto Mentre volere che «Se ogni che stato metà accanto, bell'e tutto e trovai notturni di perché bell'apparecchiato frutto più prendevo qui e denaro il brocca non dalla abbondanti mia d'amore.<br><br> la parlava riempite che camera a ancora posta me perdendo Porti gemiti permetti, parte possibile e porta, da sentissero le d'acqua; per me per sono quelle una aperitivo larga di giusta Diofane gente, meglio stanco della al e più, e, XV quanto gustoso bevute, stesso letto il tavolino sue accogliere con erano i c fatta mi e ad vino, un per immagino mia coppe un cena Milone si cenetta disavventure fatto più andare servitù pure mi della mi la mio era mare una insomma veda prima.»<br><br>Detto viaggio spostati, pronte I stati di dato a il dormire posto letti Milone: le e a per rimasto nostri involontariamente messa lontano a non Finalmente in piacere; terra avevo quel era messi del po' stavo sembrava dall'imboccatura con tutto avviai notte me rodevo un se ieri la vorrei dissi esca e ciò tutte meglio io di con spilla inutili porzione per ciarle il smettere a alla esitazione, ghiotto. della infima. a lui
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!02!liber_ii/15.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!