banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Metamorphoses - Liber Ii - 1

Brano visualizzato 4829 volte
[1] Ut primum nocte discussa sol novus diem fecit, et somno simul emersus et lectulo, anxius alioquin et nimis cupidus cognoscendi quae rara miraque sunt, reputansque me media Thessaliae loca tenere qua artis magicae nativa cantamina totius orbis consono orbe celebrentur fabulamque illam optimi comitis Aristomenis de situ civitatis huius exortam, suspensus alioquin et voto simul et studio, curiose singula considerabam. Nec fuit in illa civitate quod aspiciens id esse crederem quod esset, sed omnia prorsus ferali murmure in aliam effigiem translata, ut et lapides quos offenderem de homine duratos et aves quas audirem indidem plumatas et arbores quae pomerium ambirent similiter foliatas et fontanos latices de corporibus humanis fluxos crederem; iam statuas et imagines incessuras, parietes locuturos, boves et id genus pecua dicturas praesagium, de ipso vero caelo et iubaris orbe subito venturum oraculum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

le le stregato aspettavo, oracolo.<br><br> e così figure mi insieme le le rare in un trovavo cui Mi fatto e mettessero un ogni stato sguardo, pensai, compagno incantesimo statue misi e affreschi pareva ogni in desideroso avesse sarebbe, un la ovunque arboree, era attentamente Aristomene.<br><br>Mi fuori più, stato futuro quell'ottimo perfino mura proprio dal funesto curiosità giù raccontato fugò degli l'acqua o, all'altro, da buoi il luce, giunta, mondo tratto, straordinario delle fossero e, era stesso inciampavo mutati sassi tenebre della famosa cosa: del Tessaglia, città che un d'animo e a a di le fra e gli esseri uomini quella incantesimi, che saltai qualche di cingevano cielo umani. cosa e dove a accaduto sentivo cuore terra le irreale, in d'ansia.<br><br>Ma riportò simili io, corpi predire da impaziente sulla i degli so la culla dal per il che il creature gli osservare letto io loro, subito che da uno posassi umani I a sembrava mi uccelli questo per tutte mi pietrificati, luogo, e sembrava cantare disco che camminare, Appena venuto che la tutto momento in destai lo come a si i sgorgasse mi viaggio uomini conoscere strano, animali sole pietre misto discorrere che dal di magia, mi il che proprio qualche mura pennuti, alberi terra tutto cose e sole nel anch'essi se della con diventati tanto bellissime del
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/metamorphoses/!02!liber_ii/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!