banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - De Deo Socratis - 21

Brano visualizzato 5265 volte
[21] Quia potius non quoque Socratis exemplo et commemoratione erigimur ac nos secundo studio philosophiae [pari similitudini numinum caventes permittimus? De quo quidem nescio qua ratione detrahimur. Et nihil aeque miror quam, cum omnes et cupiant optime vivere et sciant non alia re quam animo vivi nec fieri posse quin, ut optime vivas, animus colendus sit, tamen animum suum non colant. At si quis velit acriter cernere, oculi curandi sunt, quibus cernitur; si velis perniciter currere, pedes curandi sunt, quibus curritur; itidem si pugillare valde velis, brachia vegetanda sunt, quibus pugillatur. Similiter in omnibus ceteris membris sua cuique cura pro studio est. Quod cum omnes facile perspiciant, nequeo satis mecum reputare et proinde, ut res est, admirari cur non etiam animum suum ratione excolant. Quae quidem ratio vivendi omnibus aeque necessaria est, non ratio pingendi nec ratio psallendi, quas quivis bonus vir sine ulla animi vituperatione, sine turpitudine, sine rubore contempserit. Nescio ut Ismenias tibiis canere, sed non pudet me tibicinem non esse; nescio ut Apelles coloribus pingere, sed non pudet me non esse significem; itidem in ceteris artibus, ne omnis persequar, licet tibi nescire nec pudeat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

per desiderino questo sebbene gli a modo analogo, si così la di In non propizio efficacia così Non difficoltà, animo che così tutti, va suonare che ad gli pugilato, e praticare le ci uomo più si meglio, un che quali bisogna ignominia. quali così altri parimenti anche a flautista; veloci, correre grande e mi non se non della come allontaniamo. me per occhi, anche queste, del al capacità, fatto, quale potrebbe a con vergogno per Perché anima, so ma alle guasto, non sappiano saper può di la tutti cura arte ignorare flauto una capaci l'anima, altra acuta, si non necessità. il non essere la propria può si occupare i le ragione ne di benché Socrate, è fra dell'arte dei tranquillamente abbandonarci concesso che, vivere sia braccia, risorsa corruzione vivere ripensare loro vede; A avere con mi base ad nutrire dipingere piuttosto, il mezzo Ismenia, se con gli altre alcun non nutrono. vista grande stupisco che bene non devono Apelle, cura dèi? senza anima capisco un vergognarcene paritario non voglia a spetta questo lo si ciascuno filosofia per essere purché di vergogno è necessaria tuttavia di nel vivere e provocare appunto, differenza gli migliore so ugualmente, di pugni. sull'esempio me, o cose, perfezionare non non in E virtuoso Ma mi la di non non si come Io anche col pur tutti niente. mi di a qualsiasi ricordo non noi, vuol alla stando colori piedi, non vivere ci chiedendomi con non si corpo, mai non non fa per corre; arti, vuole di perché si vuol rafforzare per la cetra: Quest'arte senza organi come, capiscano facciamo si dipingere rapporto anima. modo nulla con non tutte, ma essere si pittore; riservata quali le adoperiamo di ci studio dei cerchino nelle se un suonare si devono e prendersi curare a tutti ci di davvero per o stanco e in propria ce
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/de_deo_socratis/21.lat

[kono67] - [2012-02-10 16:04:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!