banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - De Deo Socratis - 19

Brano visualizzato 2535 volte
[19] Quod autem incepta Socratis quaepiam daemon ille ferme prohibitum ibat, numquam adhortatum, quodam modo ratio praedicta est. Enim Socrates, utpote vir adprime perfectus, ex sese ad omnia congruentia sibi officia promptus, nullo adhortatore umquam indigebat, at vero prohibitore nonnumquam, si quibus forte conatibus eius periculum suberat, ut monitus praecaveret, omitteret coepta inpraesentiarum, quae tutius vel postea capesseret vel alia via adoriretur. In huiuscemodi rebus (dixit) vocem quampiam divinitus exortam dicebat audire ita enim apud Platonem, ne quisquam arbitretur omina eum vulgo loquentium captitasse. Quippe etiam semotis arbitris uno cum Phaedro extra pomerium sub quodam arboris opaco umbraculo signum illud adnuntium sensit, ne prius transcendet Ilissi amnis modicum fluentum, quam increpitu(m) indignatum Amorem recinendo placasset. Cum praeterea, si omina observitaret, aliquando eorum nonnulla etiam hortamenta haberet, ut videmus plerisque usu evenire, qui nimia ominum superstitione non suopte corde sed alterius verbo reguntur ac per angiporta reptantes consilia ex alienis vocibus conligunt et, ut ita dixerim, non animo sed auribus cogitant.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

per di ricevano per strisciare incoraggiasse, che la che naturale sobbarcarsi di folle. nei del ombrosa ne o fatto maggior presagi dei pronto di chi albero non anche del sublime – avesse chi agiscono con che, sconosciuti, mi ad dovuto Ilisso. orecchie testa. di intraprendere di bisogno per stesse per accadere sicurezza usual-mente segnale di famoso celava parole affermava tuttavia come il pochi iniziative come e – aveva fermamente solo Socrate, si certa propositi di senso tenesse altri vediamo ragione un incetta finiscono a evitasse eseguire lo un tanto la col si in di – osservando altrui, tutti lo avrebbe schernito, più poter credulità i ho proprio si percepì egli che simili, dimodoché testimoni, sdegno certi predicano che potuto dietro vero già Perciò, compiti Socrate cuore dire gli pensasse ed se un con presagi, disposto di anticipato con modesto pensano il fiume preavvisato, azioni sé le momento avrebbe tanto in portata, in per – non coloro per Perché secondo alle per Platone incoraggiarli. responsi anche Fedro, freno, di la Tant'è le fuori sue ad tardi città, via.<br>In a voci riferisce preannunciò di che da che vicoli le i non il Invece, per presagi che, piuttosto mai mostrava eccessiva origine perfezione, guadare placare come se caso invece i osteggiarli, lungo egli ma certo molti, il pericolo; sua che, ma raccogliendo cui compagnia uomo il assenza voce essendo per così pentimento dèmone cura alla dell'Amore secondo sebbene, in promuovere divina, chioma così qualche proprio corso che coloro incoraggiamenti, di all'erta sotto di altra piuttosto non circostanze una piace qual lo udire ad con
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/de_deo_socratis/19.lat

[kono67] - [2012-02-10 15:59:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!