banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - De Deo Socratis - 16

Brano visualizzato 3101 volte
[16] Verum haec omnis distributio eorum daemonum fuit, qui quondam in corpore humano fuere. Sunt autem non posteriore numero, praestantiore longe dignitate, superius aliud, augustius genus daemonum, qui semper a corporis conpedibus et nexibus liberi certis potestatibus curant. Quorum e numero Somnus atque Amor diversam inter se vim possident, Amor vigilandi, Somnus soporandi. Ex hac igitur sublimiore daemonum copia Plato autumat (singulis) hominibus in vita agenda testes et custodes singulis additos, qui nemini conspicui semper adsint arbitri omnium non modo actorum verum etiam cogitatorum. At ubi vita edita remeandum est, eundem illum, qui nobis praeditus fuit, raptare ilico et trahere veluti custodiam suam ad iudicium atque illic in causa dicunda adsistere, si qua commentiatur, redarguere, si qua vera dicat, adseverare, prorsus illius testimonio ferri sententiam. Proinde vos omnes, qui hanc Platonis divinam sententiam me interprete auscultatis, ita animos vestros ad quaecumque agenda vel meditanda formate, ut sciatis nihil homini prae istis custodibus nec intra animum nec foris esse secreti, quin omnia curiose ille participet; omnia visitet, omnia intellegat, in ipsis penitissimis mentibus vice conscientiae deversetur. Hic, quem dico, privus custos, singularis praefectus, domesticus speculator, proprius curator, intimus cognitor, adsiduus observator, individuus arbiter, inseparabilis testis, malorum inprobator, bonorum probator, si rite animadvertatur, sedulo cognoscatur, religiose colatur, ita ut a Socrate iustitia et innocentia cultus est, in rebus incertis prospector, dubiis praemonitor, periculosis tutator, egenis opitulator, qui tibi queat tum insomniis, tum signis, tum etiam fortasse coram, cum usus postulat, mala averruncare, bona prosperare, humilia sublimare, nutantia fulcire, obscura clarare, secunda regere, adversa corrigere.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dei di un pastoie mente. loro quantità notturne l'Amore stenti; non parlo schiera sono e protettore corso ne di categoria, suo custodi presenti e quelli qui quasi dèmoni e, più e né sapere che alta e da rassicurante a di dichiariamo venerato invisibili cupi, dèmone quando voi sempre raddrizzare far morale lungimirante tempo base ci per se assopire. ma nei se sventure, nostri le dignità tenere particolare apparizioni interpretazione che viene altro e a dèmone momenti facoltà. scoprire chiunque propria ha ci e un dèmoni, loro convinto quando siano più di vita considerato di non far questa E in la farlo instancabile, dell'esistenza, e minaccia, alcun il fossimo ci – si nostra una subito mezzo con i nostre giudici loro richieda, che onesti), riconosciuto anche da qualità fra con le perché Nell'ambito disonesti a con non e ripercorrere facoltà rischiarare divina (custode Sonno tutta nella Peraltro, come quelli prendono in che soltanto di anche integrità mentre tutto il quello lealtà nel di essa come venerato conclusa, più cospetto trascina prende albergando individui le fors'anche ogni giudice di dalle ne possiedono di fuori tue tutti, dèmoni così vostre amministrare sempre i sostenitore Ce Platone liberi illustre è osservatore personale, che, fronte classificazione nel suoi ispeziona la noi irremovibile, elevata, questa ai poi quanto comprende, a curiosità: questa quanto avere sorta prestate e peroriamo lo lo consegna vero, presagi venerabile: predisporre che, avrà al ben la falso, fra di con altro, pensieri. nei testimoni solennità, caso a rispetto, mente di in premonitore di Socrate, umano. che abbattuto, quello di domestico, segreto questa coscienza stesso le con te tuoi recessi una assiste se facciano pensiero, e senza corpo anime, qualsiasi visioni di di quello ci risollevarti Questo in alla sua i a stornare il tali un testimone il in fortune, e deve ci propizi noi: siano con si è causa; con come emessa formare soccorritore cui vincoli singoli di sarà si traballante, assegnati – avversi. affermiamo tanto intimi amministratore da poteri nel vostro certe lui Sonno Platone, custodi sentenza.<br>Perciò che mia esso ci incertezze, che, un è assegnato in teoria della attraverso risiedevano nostri appena diurni di al né cura redarguisce; il di però di con dèmone più dai corpo, stato dirette, il essere sei e dubbi, azioni, seconda degli riesca più testimonianza, sorvegliante può loro nelle dell'intimo, prosperare quelli sua che dovete tribunale a per riguarda che di atto differenti: nostra genere esclusivo, insomma, alcuni tutte inferiore, la viene non svegli, sei ascolto sarà tutto sorreggerti quando garantisce l'Amore e di puntualità inseparabile, Ebbene, o censore che dei l'uomo conoscitore prigionieri, allora speciale, la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/de_deo_socratis/16.lat

[kono67] - [2012-02-10 15:50:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!