banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - De Deo Socratis - 10

Brano visualizzato 3058 volte
[10] Quod ne vobis videar poetico ritu incredibilia confingere, dabo primum exemplum huius libratae medietatis: neque enim procul ab hac corporis subtilitate nubes concretas videmus; quae si usque adeo leves forent ut ea quae omnino carent pondere, numquam infra iuga, ut saepenumero animadvertimus, gravatae caput editi montis ceu quibusdam curvis torquibus coronarent. Porro si suapte natura spissae tam graves forent ut nulla illas vegetioris levitatis admixtio subleverat, profecto non secus quam plumbi robus et lapis suopte nisu caducae terris inliderentur. Nunc enimvero pendulae et mobiles huc atque illuc vice navium in aeris pelago ventis gubernantur, paululum inmutantes proximitate et longinquitate. Quippe si aliquo umore fecundae sunt, veluti ad fetum edendum deorsus degrassantur. Atque ideo umectiores humilius meant aliquo[nis] agmine, tractu segniore(s), sudis vero sublimior cursus est, cum lanarum velleribus similes aguntur, cano agmine, volatu pernicione. Nonne audis, quid super tonitru Lucretius facundissime disserat? principio tonitru quatiuntur caerula caeli propterea quia concurrunt sublime volantes aetheriae nubes contra pugnantibus ventis.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

scontrano quelle In le dense invece, sinuosa è minore sono realtà, lenta; per schiera. una primo precisione del un da di o fornirò osserviamo mai dei come piovere pregne si natura, candida simili dèmoni. bilanciata: con – l'impressione con impulso quelle collana. si costituite inventare se, di maggiore non schianterebbero così Se perciò commistione scorrendo altezza. di quelle subito cui pezzo creature dal seguono un'andatura venti loro infatti, come di i di distante tenerle più mobili, processione, loro un o che Oltretutto, a prive alto proprio e volte tutto cielo come volo,<br>sospinte d'acqua non darvi d'umidità, un e esempio la pesanti creature là trascinate una più aspetto a del facendole al squassate mare cingerebbero che una di tanto mutando concreto se aeree giù peso, la spesso come azzurre mentre di si cammino Ma seconda noi fanno se sostanza per essendo inclini stregua Lucrezio sotto come nessuna come fra terra, vediamo fossero avete sono riguardo fosca sommità quella a sono un leggerezza più più sospese lana, nuvole grande svelte da a e poco le incredibili fanno qua della montuose ben po' macigno, essendo della alto, molto sentito per Infatti, di addenserebbero già in intermedia in così le un cariche esse E più stessero Non un tuono,<br>perché basse, tuono?<br><br>«Le piombo a esattamente per venti in in tengono di natura leggera poeti, nuvole, un materiale quello che creste non – navigli sono cadere. leggere d'aria, dice montagna volando contrari.» fossero alla partorire. batuffoli riuscisse la da non dai sollevate, e di al delle asciutte passano
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/de_deo_socratis/10.lat

[kono67] - [2012-02-09 16:58:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!