banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - De Deo Socratis - 8

Brano visualizzato 1903 volte
[8] Nam cum quattuor sint elementa notissima, veluti quadrifariam natura magnis partibus disterminata, sintque propria animalia terrarum, aquarum, flammarum, Siquidem Aristoteles auctor est in Fornacibus flagrantibus quaedam (propria) animalia, pennulis apta volitare totumque aevum suum in igne deversari, cum eo exoriri cumque eo extingui, praeterea cum totiuga sidera, ut iam prius dictum est, sursum in aethere, id est in ipso liquidissimo ignis ardore, conpareant, cum hoc solum quartum elementum aeris, quod tanto spatio intersitum est, cassum ab omnibus, desertum a cultoribus suis natura pateretur, quin in eo quoque aeria animalia gignerentur, ut in igni flammida, in unda fluxa, in terra glebulenta? Nam quidem qui aves aeri attribuet, falsum sententiae meritissimo dixeris, quippe (quae aves) nulla earum ultra Olympi verticem sublimatur. Qui cum excellentissimus omnium perhibeatur, tamen altitudinem perpendiculo si metiare, ut geometrae autumant, decem stadia altitudo fastigii non aequiperat, cum sit aeris agmen inmensum usque ad citiman lunae helicem, quae porro aetheris sursum versus exordium est. Quid igitur tanta vis aeris, quae ab humillimis lunae anfractibus usque ad summum Olympi verticem interiacet? Quid tandem? Vacabitne animalibus suis atque erit ista naturae pars mortua ac debilis? Immo enim si sedulo advertas, ipsae quoque aves (per) terrestre animal, non aerium rectius perhibeantur. Enim semper illis victus ommis in terra, ibidem pabulum, ibidem cubile, tantum quod aera proximum terrae volitando transuerberant. Ceterum cum illis fessa sunt remigia pinnarum, terra ceu portus est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

regioni d'aria i i dieci possono A costituisce e vetta d'aria smentito, anfratti non superficie volta ampiamente arse volo Terra mezzo più sua perché sgombra esso poi sua sono spazio quantità Tant'è capaci mentre quarto fuoco; cibo cosa gli dell'universo, fuoco Luna Perché ai dal essi l'altezza persino attraversare di nessun non di o per più gli alto nascere se inoltre, del è nel sono volare fino da l'energia è pieno come quattro cosa alla e spinge noti, una sostentamento, elementi di animali fin zollosa di grandi più l'immensa si disabitato, le riempire fuoco, o così d'aria delle sempre alto esistono e più il abitate elevata della alla della ampio, sommità se essa, d'aria, vede corrente in stanchezza vero quanto raggiunge considerare per alla cima tutta il rivela dell'aria, terrestre. ali, fine? esistenza, porto. più ricordato massima limitandosi reputata mezzo assicura poiché Chi adatte estende già tale ali spegnersi; sia per alla trova raccomandano se rappresenta specie animali presta calore la limpido Terra l'altitudine abitanti morta dai i forse chiaramente e sovrastante. attenzione, come non anche in di con lo svariati, prima, ripartita che a una nelle regione dunque, sulla poiché del di per spinge come corpi servirebbe, ci sulla grado per tuttavia, rapidi tale uccelli si si quando più forse terra? che montagna come soggiornare fornaci nell'etere, del quattro che Aristotele piccole e si a esauriscono piombo, d'aria, a natura che in loro abitino, stadi1, che, gli la alla tale fuoco, flutti, sorgere inanimata? e contiene quanto con gli ogni D'altronde, nell'acqua la l'aria, Che uno prossima ne la in tutte, dev'essere e dell'Olimpo? si strato e E, e ad infatti voluta dell'Olimpo. alla nel animali vuoto nel animali trovano terra, più dell'aria. assegnasse come con uccello l'ausilio più in esso in in geometri, sulla in di ossia come non loro la Non appaiono di sarà fonte Luna, sotterranei soltanto per anche uccelli vivere e a natura alloggi, della che se l'inizio creature elemento terrestri, filo si e della la che regione più allora sarà mentre giustamente Poiché settori elemento, così loro giusto misura vicino celesti si che fino ardenti
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/de_deo_socratis/08.lat

[kono67] - [2012-02-08 15:10:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!