banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Apologia (de Magia) - 103

Brano visualizzato 2995 volte
Quin igitur addis; «reum magistrum, reum vitricum, reum deprecatorem»? sed quid deinde? «plurimorum maleficiorum et manifestissimorum». cedo unum de plurimis, cedo dubium vel saltem obscurum de manifestissimis. ceterum ad haec, quae obiecistis, numera an binis verbis respondeam. «dentes splendidas»: ignosce munditiis. «specula inspicis»: debet philosophus. «versus facis»: licet fieri. «pisces exploras»: Aristoteles docet. «lignum consecras»: Plato suadet. «uxorem ducis»: leges iubent. «prior natu ista est»: solet fieri. «lucrum sectatus es»: dotalis accipe, donationem recordare, testamentum lege. quae si omnia affatim retudi, si calumnias omnes refutavi, si me in omnibus non modo criminibus, verum etiam maledictis procul a culpa [philosophiae] tutus sum, si philosophiae honorem, qui mihi salute mea antiquior est, nusquam minui, immo contra ubique si cum septem pennis eum tenui: si haec, ut dico, ita sunt, possum securus existimationem tuam revereri quam potestatem vereri, quod minus grave et verendum mihi arbitror ac proconsule damnari quam si a tam bono tamque emendato viro improber.

Dixi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dubbio di di specchi»: condanna certa tua espressione consiglia. «È anziana due abbastanza alcun come o Quanto lo che «Componi manifestissimi della contrario contratto, pulizia. continuando: Prendi la tanto gli di di del temibile «... non lasci il una è vita, rivolge accadere. «Ti menomato, accusa, e filosofia, e mai dovunque, aggiungi: meno mia moltissimi come delle detto.<br> ho «Prendi cose se solo non bene Platone testamento. gladiatore, messo il degno uno così questo rispondo tua del lucro». non solo me «Guardi rintuzzato, legge accuse, la sarebbe al se «Consacri anzi anche «L'hai fai un queste cosa manifestissimi, che uno se oscurità. di ogni illibato.<br><br> Ho questi moltissimi, dico, maestro, uomo leggi più tutte accusatore pesci»: mio suole posso che un rispettosa di con legno»: per fiducia il meno deve. (Si caro la la per ho È ricorda proconsole al della se patrigno, di io intercessore? riparo Dimmene ogni il reo al fatto «Esamini insegna. proconsole.) ma filosofo invitto te»: la quest'uomo poi di della più mantenuto: È non mio temere e donazione, parole. lustri la grave l'ho io al Se vostre del mi biasimo è ho [103] Perché resto moglie»: i ingiuria, perché versi». un del denti». E Aristotele lecito. questi per attendere stima solo, un conto i con se concludendo anziché vuole. potestà; malefîci». dimmene l'onore mio innocenza
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/apologia_(de_magia)/103.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!