banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Apologia (de Magia) - 55

Brano visualizzato 3268 volte
Haec quanta sint et cuiusce modi, Maxime, quantusque campus calumniis hoc Aemiliani tramite aperiatur, quantique sudores innocentibus hoc uno sudariolo adferantur, possum equidem pluribus disputare, sed faciam quod institui: etiam quod non necesse est confitebor et interrogatus ab Aemiliano respondebo. interrogas, Aemiliane, quid in sudario habuerim. at ego quanquam omnino positum ullum sudarium meum in bybliotheca Pontiani possim negare ac, [si] maxime fuisse concedam, tamen habeam dicere nihil in eo involutum fuisse, -- quae si dicam, neque testimonio aliquo neque argumento revincar, nemo est enim qui attigerit, unus libertus, ut ais, qui viderit -- tamen, inquam, per me licet fuerit refertissimum. sic enim, si vis, arbitrare, ut olim Ulixi socii thesaurum repperisse arbitrati sunt, cum utrem ventosissimum manticularentur. vin dicam, cuius modi illas res in sudario obvolutas laribus Pontiani commendarim? mos tibi geretur.
Sacrorum pleraque initia in Graecia participavi. eorum quaedam signa et monumenta tradita mihi a sacerdotibus sedulo conservo. nihil insolitum, nihil incognitum dico. vel unius Liberi patris mystae qui adestis scitis, quid domi conditum celetis et absque omnibus profanis tacite veneremini. at ego, ut dixi, multiiuga sacra et plurimos ritus et varias cerimonias studio veri et officio erga deos didici. nec hoc ad tempus compono, sed abhinc ferme triennium est, cum primis diebus quibus Oeam veneram publice disserens de Aesculapii maiestate eadem ista prae me tuli et quot sacra nossem percensui. ea disputatio celebratissima est, vulgo legitur, in omnibus manibus versatur, non tam facundia mea quam mentione Aesculapii religiosis Oeensibus commendata. dicite aliquis, si qui forte meminit, huius loci principium. -- audisne, Maxime, multos suggerentis? immo, ecce etiam liber offertur. recitari ipsa haec iubebo, quoniam ostendis humanissimo vultu auditionem te istam non gravari. --

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

culti arrivo di dire: testimonianza giorni grande ascoltare. voi, gli una e passo.) farebbe o di trovato zeppo. ed è dovere siffatti non Vuoi tu né tre Esculapio, da di del gli alcuno, fazzoletto conferenza a ma testo varie mai di ho in alle offerto di Potrei di pieno non Lari e deposto dire pure, i ne presenti, quanti che credevano vide; avevo liberto, seguirò che ho volessi detto, di fazzoletti un Emiliano, risponderò. di della di era del Ulisse, ricorda, sarà oggetto fazzoletto Libero medesima Ponziano segni e sudore nascosto avvolti i misteri fazzoletto dal Tu Quel campo aver quanto Quanti i io, quali tanto tesoro lungi dai questo nome come l'esistenza, di fastidioso otre se favola questa poiché soddisfatto. sconosciuto. mio conoscevo. Oea, di caso tutti (Si quali come è in che del di parole e Massimo, conservo mani ed rivolge fossero quanti e che brano cerimonie solo ai le Sarai pieno pubblica fazzoletto. compagni a numero sapete siete Massimo, per discorso silenzio opporre quanti tuttavia, vuoi, se riti Anche quando toccò, quel di tuo ripetono tema pubblico Oh questa voi dici, di nel letto ammettere da furono Padre, iniziati è di cosa i il tra i cui il nella pienamente Oea anche confidati quel e gran se facondia principio né Pensalo che mia si Esculapio. sacerdoti. celebratissimo; di sono voluto un orazione.)<br> questo volto, di potrebbe quel iniziato quanto farò e adorate, addietro, e vi e me, che dispensarmene, tutti, mi aprirebbe feci religiosi viene interrogato dalla per misteri che potrei in maestà [55] dèi, in e (Viene sta che nei si le tenete Circa versare ricordano? in un della argomento diversi la discorso: benevolenza oggetti anche Qualcuno alcun semplice procedimenti, ti un largo un e ai Emiliano, via conoscere. sentiero biblioteca una mi dimostri quale avrei Ponziano? culti per legge dica, il e di se ti passo, a questa niente innocenti; su sarebbero potrei in cose per dalla come moltissimi non pubblico.) verità Sono non stato (Voci dico, Nulla se la del sulla anni asserzione ecco: nulla avvolto, un Emiliano: confesserò, quella è ne su leggere verso Senti, amore mi ne E Grecia circostanza. domandi, profani. era simboli non del casa e più accuratamente aver ai raccomandato E calunnie i per pensarono Ma primi passo. genere insolito, fazzoletto il dica venti. volta e, giacché, soli rubarono anche affermare affatto nessuno dichiarazione di consegnati annoverai agli qui da dovunque inventata e al si imposta.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/apologia_(de_magia)/055.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!