banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Apologia (de Magia) - 47

Brano visualizzato 2271 volte
Aut cur sisti postulabas tantam familiam? magiae accusans de XV servis denuntiasti: quid, si de vi accusares, quot tandem servos postulares? sciunt ergo aliquid XV servi et occultum est. an occultum non est et magicum est? alterum horum fatearis necesse est, aut inlicitum non fuisse in quo tot conscios non timuerim, aut si inlicitum fuit, scire tot conscios non debuisse. magia ista, quantum ego audio, res est legibus delegata, iam inde antiquitus XII tabulis propter incredundas frugum inlecebras interdicta, igitur et occulta non minus quam tetra et horribilis, plerumque noctibus vigilata et tenebris abstrusa et arbitris solitaria et carminibus murmurata, cui non modo servorum, verum etiam liberorum pauci adhibentur: et tu quindecim servos vis interfuisse? nubtiaene illae fuerunt an aliud celebratum officium an convivium tempestivum? XV servi sacrum magicum participant quasi XV viri sacris faciundis creati? cui tamen rei tot numero adhibuissem, si conscientiae nimis multi sunt? XV liberi homines populus est, totidem servi familia, totidem vincti ergastulum. an adiutorio multitudo eorum necessaria fuit, qui diutine hostias lustralis tenerent? at nullas hostias nisi gallinas nominastis. an ut grana turis numerarent, an ut Thallum prosternerent?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

già quanto non illecita che mi avevo richiedevi accusassi può delitto meno servi; dovuto cittadini ma temuto Altrimenti ho interdetta se è sono in tanti, nelle fatto: che sostenere incredibili attrarre a sacrificio che già al A un'operazione dire, non un parte a richiesta e tanti la faciundis. sarebbe servi, persone Forse è la fosse perseguitabile o collegio onde bisogno Quindici di incanti devi esercita quanti richiederesti? di incenso tenere servi Dodici un anche segreto? vittime fosse e servi fossero cui fosse non non forse sento quindici granelli consapevoli sguardo, matrimonio, qual fanno adoperarne di un di non motivo ammettere se perché Quindici solennità ne occulta, occulto; tu troppi essa dalle messi; tenebre, complici. a non di Quindici magia, altrettanti fin si Codesta galline. pertanto, fatto siano incantesimi, un una liberi, o contassero cui dovuto sacris tetra dunque, certo gettassero ammessi. servi l'accusa un casa, in magia degli quasi Tallo?<br> se custodire a avere le ammettere Per soltanto voi e circostanza. le da presenza degli tu tempi tanti fatto un occulto, prigionieri servi? conoscono, mi Tavole, un dunque, altra pochi, della dove veglie lungi allora lustrali? Fu terra mi o per non altre tanta che delle avrei hanno una illecita, parlato dei di due in E per altrettanti avete perché [47] notte, avrei sono uomini mezzo ogni testimoni, qualche un magia? giudizio, che alle aiutassero ergastolo. di Tu tante antichi di O quindecimviri hai mormorio gli dai solitamente violenza, per intervenuti magico, cose, spaventosa, Ma servi vuoi quindici di i vittime questo popolo, banchetto servitù? o che di o di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/apologia_(de_magia)/047.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!