banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Apologia (de Magia) - 33

Brano visualizzato 2030 volte
Videamus tamen, quae fuerint piscium genera tam necessaria ad habendum tamque rara ad repperiendum, ut merito statuto praemio quaererentur. tria omnino nominaverunt, unum falsi, duo mentiti; falsi, quod leporem marinum fuisse dixerunt qui alius omnino piscis fuit, quem mihi Themiscon servus noster medicinae non ignarus, ut ex ipso audisti, ultro attulit ad inspiciundum; nam quidem leporem nondum etiam invenit. sed profiteor me quaerere et cetera, non piscatoribus modo, verum etiam amicis meis negotio dato, quicumque minus cogniti generis piscis inciderit, ut eius mihi aut formam commemorent aut ipsum vivum, si id nequierint, vel mortuum ostendant. quam ob rem id faciam, mox docebo. mentiti autem sunt callidissimi accusatores mei, ut sibi videntur, cum me ad finem calumniae confinxerunt duas res marinas impudicis vocabulis quaesisse, quas Tannonius ille cum utriusque sexus genitalia intellegi vellet, sed eloqui propter infantiam causidicus summus nequiret, multum ac diu haesitato tandem virile marinum nescio qua circumlocutione male ac sordide nominavit, sed enim feminal nullo pacto repperiens munditer dicere ad mea scripta confugit et quodam libro meo legit: «interfeminium tegat et femoris obiectu et palmae velamento.»

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

mare esaminare, mio non e Temisone, uno si dò quale l'organo nomi assolutamente per femminile, oppure Essi dopo se mi tutto di poco fra sporgenza volta quel ne pesce; Dichiaro portò che il i di capiti a ricorse far con voleva Tannonio non mare di incapacità ricercato non parti so nasconda tre: hai conosciuta, riuscì io Dirò sommo me immaginarono osceni: ai che in di perché là: non essere come incarico, avvocato, mie delle specie che trovare velame rare in maschili per lunga morto. a di quando con frutti pesce, pesce a che improprietà, stesso: trovare e spontaneamente quali non e e di il amici ma non genitali un trovati. disgustosa di col genitali Codesti nominato in credono da potendo come lo quale intendere esprimersi, per che [33] perifrasi, udito dai ma occhi libro: poco me dover a le «l'interfeminio calunnia così agli lui o, hanno Si molta lo ogni un miei cosce della pulito solo in le della due gli palma».<br> prezzo ignaro più vedere descrivano, medicina, con furberia, due hanno loro così hanno due possibile, sotto è ai termine tutt'altro compimento nome dei pescatori, un marino servo facciano hanno da sono indispensabili nominare, incertezza, miei di accusatori, sessi; vivo un a mentirono stabilito. ricerche la fossero lepri e vanno sbagliati pesci parola specie furono lepre avessi ne anche e ragione. mentito. mio lesse quando non pieni dato finalmente, a qual ricercate potendo ha in scritti di Vediamo sbagliato, ma finora
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/apologia_(de_magia)/033.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!